Yoga e sesso: l’ultima frontiera del marketing o nuovo universo spirituale?

È già polemica negli Usa. Forte l’indignazione dei puristi occidentali

di Margherita Kochi

Kathryn Budig fotografata da Jasper Johal

Stati Uniti – Ha suscitato grande scalpore l’ultima campagna pubblicitaria ideata dal fotografo americano Jasper Johal per lanciare al grande pubblico un paio di calzini sportivi. L’immagine incriminata è quella di una nota insegnante di yoga americana, Kathryn Budig, apparsa completamente nuda sulla famosa rivista di settore Yoga Journal. La pubblicità ha immediatamente scatenato le forti reazioni dei puristi occidentali e di tutti i fanatici dello yoga tanto che i maggiori media americani hanno dovuto affrontare il dibattito nato intorno allo spot. La questione sul tappeto è: lo yoga può essere sessualizzato? E l’accusa di conseguenza è quella di “oversexualization” della pratica millenaria di meditazione e di ricongiungimento del corpo alla mente e all’anima.

Mai un paio di calzini sportivi hanno fatto tanto rumore. Ma il problema ovviamente non è legato solo al classico calzino bianco a guanto su una silhoutte tonica, scolpita, senza oscenità a vista, immortalata in una difficilissima posizione yoga. L’attacco dei puristi occidentali è diretto contro la dura regola del marketing del ‘sesso che vende’, per non rischiare di veder inficiata la filosofia alla base dello yoga. Sesso e yoga dunque universi inconciliabili? L’immagine in oggetto offende la bellezza del corpo umano al solo scopo di vendere un prodotto? Questa l’opinione di Judit Hanson Lasater, fondatrice del Yoga Journal, portavoce del pensiero purista che in un’intervista ai media ha cercato di delineare con chiarezza i confini spirituali e filosofici dello yoga.

La polemica continua a crescere. Il dibattito ha preso piede anche nella comunità online oltreoceano. Non si è fatta attendere la risposta di Kathryn Budig che proprio sullo Yoga Journal ha spiegato le ragioni della sua scelta e il suo punto di vista su yoga e nudità. “Il significato dello spot è che il corpo è il nostro tempio. È la proiezione esterna dell’anima e dell’essenza. E lo yoga è uno strumento per trasformare quel tempio. La pratica dello yoga, messa a nudo nella sua forma più semplice è una proiezione raggiante dell’anima” ha pubblicato in un post sul blog del noto giornale. E ha aggiunto: “Per me le foto sono un bellissimo esempio di cosa accade quando si fondono forza ed abbandono. Per questo ho fatto appello alla mia forza, ho abbandonato le mie paure, insieme ai miei vestiti, ho creduto nella visione di un fotografo di talento e ho scavato nella profondità della mia pratica asana, della mia sacra femminilità e della mia anima”.

Gli scatti di Jasper Johal

Molte le opinioni al riguardo, spesso contrastanti e inconciliabili. Ma il ricorso al nudo per rilanciare un settore con un giro d’affari di 6 miliardi di dollari l’anno, non è una trovata nuova. È da diversi anni che il nudo viene declinato in tutte le posizioni delle asana. Il polverone sollevato dalla recente campagna pubblicitaria ha solo messo in evidenza il fatto che ultimamente lo yoga sta attraversando un periodo di crisi, testimoniato dalla riduzione del numero dei partecipanti ai corsi. I dati riguardano principalmente il mondo occidentale. Sono già affermati sul mercato americano prodotti innovativi legati allo yoga, come corsi online tenuti da insegnanti nude o l’Hot Nude Yoga di New York, un corso in cui gli iscritti pagano fino a 1.300 dollari per praticare lo yoga completamente nudi. E se “De gustibus non disputandum est”, allora che ognuno esegua pure le proprie asana come meglio crede, liberando il corpo e la mente da ogni pensiero superfluo in grado di creare costrizioni per avvicinarsi alla giusta disposizione mentale e al tanto agognato stato di benessere.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Yoga e sesso: l’ultima frontiera del marketing o nuovo universo spirituale?

  1. avatar
    Andrea 23/10/2010 a 16:40

    veramente in India da quando esiste lo yoga esistono anche i sadhu che lo praticano completamente nudi… e la nudità è sacra per loro!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews