Yara: morta dopo una lunga agonia, e per gli inquirenti è buio assoluto

BERGAMO – «Non abbiamo elementi per dire che l’aggressore fosse una persona sola o di più. Sul corpo di Yara sono stati rilevati tagli ai polsi, sul collo, sul dorso e sulle gambe. Non sembra che siano la causa della morte perché sono molto superficiali. Ci sono segni di contusione di origine incerta al capo e al volto, provocate da un corpo contundente, da percosse o da una caduta. La morte non è avvenuta né per dissanguamento né per soffocamento. Andiamo avanti a lavorare. Non abbiamo ipotesi privilegiate». Così Massimo Meroni, procuratore aggiunto a Bergamo, che da oltre tre mesi coordina le indagini, ha spiegato che ci vorrà ancora molto tempo prima che forse venga fatta luce sulla morte della piccola Yara.

Certo è che al momento gli inquirenti brancolano nel buio. Non si sa chi sia stato ad uccidere la tredicenne di Brembate, e nemmeno come sia morta. Meroni è scettico sull’ipotesi che la piccola sia stata uccisa con un colpo letale alla testa, e non esclude che sia morta per assideramento una volta abbandonata nel prato. Un particolare che rende ancora più drammatica la vicenda, più intensa la sofferenza di chi la amava, perché è probabile che quella di Yara non sia stata una morte rapida, ma una lenta agonia.

I moventi del delitto? Secondo il procuratore aggiunto è molto probabile che si tratti di un delitto a sfondo sessuale, anche se la violenza è stata solo tentata, come dimostra il reggiseno della vittima, trovato slacciato. Pper il resto, è buio assoluto.

di Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews