XXIII Mostra del Libro Antico: tre giorni tra libri, rarità, antichità

La locandina della manifestazione

MILANO -  giunta alla XXIII edizione la Mostra del Libro Antico, che inaugura presso gli spazi del Palazzo della Permanente giovedì 15 marzo alle 18,30, accogliendo tra i suoi stand appassionati e bibliofili fino a domenica 18 marzo.

L’appuntamento, organizzato nuovamente dalla Fondazione Biblioteca di Via Senato, è attesissimo dagli esperti del settore, non solo a livello nazionale ma internazionale: sono oltre 50 gli espositori del nostro Paese, ma sono presenti anche librerie antiquarie internazionali provenienti da Gran Bretagna, Germania, Francia, Austria, Portogallo.

Così tra frammenti preziosi e dimenticati della storia, curiosità, rarità e antichi trattati, è possibile davvero ritrovare le nostre radici, rivivere momenti del passato e ammirare non solo scritti ma anche incisioni o immagini inedite. Come per esempio, addentrandosi nel vivo di quel che ci aspetta in mostra,  il raro scatto del 1938 autografato da Himmler che ritrae Hitler, Mussolini, Goebbels e Himmler stesso in visita alla Mostra Augustea della Latinità, in occasione della visita del Führer in Italia, o la suggestiva opera grafica che rappresenta il Giudizio Universale di Michelangelo nella stampa di Giorgio Ghisi del 1540, menzionata dal Vasari (Norbert Donhofer, Vienna).  Da non perdere anche la seconda edizione di Los proverbios di Francisco Goya y Lucientes, la più importante serie di incisioni dell’autore presentata da la Livreria Castro e Silva (Lisbona). Sempre del noto pittore spagnolo la Gonnelli Casa d’Aste di Firenze propone Los Desastres de la Guerra, Colección de ochenta láminas, prima edizione di uno dei capolavori di Goya: 80 tavole che raffigurano gli orrori della guerra d’indipendenza spagnola. E per chi ama la pittura veneta, la serie completa de Idee pittoresche sopra la fuga in Egitto del 1753 del Tiepolo (Stampe Antiche Buzzanca, Padova).

L’esposizione si affaccia anche sul mondo orientale, con stampe giapponesi di pregio come uno dei libri più celebri di disegni di fiori e uccelli: Keinen Kacho Gafu del 1892 presentato da Lella e Gianni Morra (Venezia). Non mancano rari volumi di letteratura come, tra altri, il manoscritto autografo di Ippolito Nievo Pindaro Pulcinella. Commedia in tre atti (Pontremoli, Milano), e la scatola di compensato con coperchio serigrafato e inciso con il ritratto di Ubu contenente attrezzi, testi e documenti della Patafisica, la pseudoscienza ideata dallo scrittore Alfred Jarry, presentata da Caficute (Camogli – Genova). La Libreria Editrice Goriziana (Gorizia) presenta invece una prima edizione de I Promessi Sposi del 1825. Non mancano in mostra anche altre interessanti curiosità come una prima rara edizione in volgare dei Ragionamenti sopra la moneta l’interesse del danaro le finanze e il commercio scritti e pubblicati in diverse occasioni di John Locke, esposta dalla Galleria Gilibert (Torino); due lettere autografe, firmate giugno 1913 e novembre 1915, da Umberto Boccioni (Letteratura Tattile, Rimini).

Libri antichi in esposizione

Immancabili i trattati scientifici e i testi di medicina, ma si spazia in tutti i campi: dai segreti dell’arte vetraria esposti in un volume di Antonio Neri del 1612, alla prima edizione del primo trattato sui fuochi d’artificio di Francis Malthus (1629), fino al curioso volume di Luigi Cattaneo Sul modo pratico di fabbricare il formaggio grasso detto stracchino di Gorgonzola del 1840.

I visitatori degli stand potranno acquistare un esclusivo catalogo curato dallo Studio Bibliografico Giuseppe Solmi (Ozzano Emilia – Bologna), un vero e proprio romanzo breve che ha come sfondo la Firenze del Quattrocento, in cui i protagonisti sono ovviamente i libri. Il testo prende spunto da un fatto realmente accaduto: il concorso bandito nel 1418 per realizzare la cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze, narrato da Antonio Vasari. Così, tra personaggi realmente esistiti e inventati, il testo racconta come i libri siano stati testimoni della storia e continuino a narrarci infinite avventure.

E per chi ancora fosse affamato di sapere e di libri antichi, altri tre impedibili appuntamenti coronano questo momento: la Biblioteca di via Senato ospita Aureæ Ligaturæ. Dal Quattrocento al Novecento nella Biblioteca di via Senato, con circa 140 legature realizzate in Italia, Francia, Germania, Spagna, Paesi Bassi e Inghilterra.

La Casa del Manzoni, dal 14 al 18 marzo, ospita un’esposizione di rare prime edizioni dei libri che hanno caratterizzato la storia letteraria italiana del secolo appena trascorso: dagli Ossi di seppia di Montale al Gattopardo di Tomasi di Lampedusa, le Poesie di Umberto Saba, i Trucioli di Sbarbaro, le prime due plaquette in ottanta copie di Giuseppe Ungaretti, gli straordinari libri futuristi paroliberi, I cavalli bianchi di Aldo Palazzeschi, i Canti orfici di Dino Campana.

Sarà esposta la copia fittamente postillata dall’autore di Senilità di Italo Svevo, servita per la stesura della seconda edizione Morreale 1927. Oltre alla mostra di libri del Novecento, sarà possibile visitare la Casa Museo dello scrittore milanese, eccezionalmente aperta al pubblico dalle ore 10 alle ore 18 fino a domenica 18 marzo.

Benedetta Rutigliano

Mostra del Libro Antico, XXIII edizione
16/18 marzo 2012- Palazzo della Permanente, via Turati 34, Milano
COME RAGGIUNGERLA

Metropolitana linea 3 – fermata Turati – Repubblica
Passante ferroviario – fermata Repubblica
Tram: 1 e 33
Autobus: 43, 61, 94

INAUGURAZIONE

giovedì 15 marzo 2012 – ore 18.30

ORARI

venerdì e sabato dalle 11.00 alle 19.00 – domenica dalle 11.00 alle 18.00

INGRESSO

intero € 5.00 – ridotto € 2.00

CATALOGO

€ 15.00

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews