WSBK, Silverstone: gli inglesi suonano la carica!

Crutchlow vince e convince, ma Biaggi difende bene il primato in classifica

di Mara Guarino

Jonathan Rea, l’unico pilota in grado di impensierire Crutchlow su questa pista

SILVERSTONE – Sul tracciato inglese arriva la prima vittoria di Cal Crutchlow, che sale finalmente sul gradino più alto del podio. E lo fa anche in grande stile, centrando una bella doppietta davanti al connazionale Rea. Più difficoltoso il fine settimana del centauro romano dell’Aprilia: Biaggi non digerisce particolarmente le buche di Silverstone e preferisce non prendere troppi rischi in ottica mondiale. I punti di vantaggio su Haslam scendono – si fa per dire – a quota 60.

GARA 1 – Per Crutchlow è dunque arrivato il momento di dare prova concreta delle sue enormi potenzialità.  Il britannico appare in palla per tutto il weekend, a partire dalla superpole conquistata sabato. Con lui sul podio saliranno i connazionali Rea e Haslam, scatenati in occasione del GP di casa. Cal non ha mai nascosto la voglia di vincere per la prima volta proprio davanti al suo pubblico ed è infatti parso aggressivo sin dal via, quando si è da subito messo all’inseguimento di Rea, scattato meglio dalla casella di partenza. Il sorpasso decisivo è di scena al dodicesimo giro: il pilota della Yamaha passa al comando e inizia a guadagnare metri importanti, fino alla vittoria in solitaria. Più attardato invece Haslam, che riesce però a riagguantare le posizioni che contano, dopo qualche gara opaca. Alle sue spalle, Michel Fabrizio e un Max Biaggi piuttosto in difficoltà. Per il romano ancora problemi di feeling con l’anteriore, amplificati dagli avvallamenti di cui abbonda il tracciato. Ma la classifica  continua a sorridergli e l’importante per il pilota Aprilia è conservare l’ampio margine di punti: missione riuscita malgrado le difficoltà!

Max Biaggi mantiene la testa del mondiale malgrado due gare no

GARA 2 – Crutchlow ci ha preso decisamente gusto e si ripete anche nella seconda manche. In effetti, l’avvio di gara sembra la fotocopia di quello precedente, con Rea e Crutchlow in fuga e in lotta per la prima piazza. Ma questa volta il pilota della Honda sembra aver qualcosa in più rispetto a gara 1, tanto che prova a dare del filo da torcere al rivale della Yamaha fino agli ultimissimi giri. Solo un suo lungo permetterà infatti a Crutchlow il sorpasso: un errore davvero fatale visto che Rea non riuscirà più a ricucire lo strappo. Jonathan è dunque costretto ad accontentarsi nuovamente del  secondo posto. Alle spalle dei due inglesi, si ripete poi anche la sofferenza di Biaggi, che chiude soltanto sesto, una posizione ormai inusuale per lui e la sua RSV4. La casa di Noale ha comunque di che gioire grazie alla terza piazza di Camier.  Davanti al romano anche il diretto rivale in classifica Leon Haslam e James Toseland. Noie tecniche per Michel Fabrizio, costretto al ritiro mentre era nelle posizioni di rincalzo, nonostante un buon avvio.

Anche la WSBK va in ferie: arrivederci il 5 Settembre in Germania, al Nürburgring.

FOTO/ via:

http://www.worldsbk.com/components/com_exposeprive/expose/img/alb_183/img_1280565561_656_lg.jpg

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews