Wsbk, gara 2: Checa trionfa davanti a Biaggi; caduto Melandri

 

Un Max Biaggi "rinato" quello di Assen (Aprilia.it)

Assen, Olanda – La stagione 2011 di Carlos Checa è nata sotto una buona stella: dopo il terzo posto in gara 1, la seconda manche sul tracciato olandese gli regala un’altra strepitosa vittoria, che lo mantiene saldamente in vetta alla classifica piloti. Contiene i danni Max Biaggi, che ottiene un ottimo secondo posto e recupera punti importanti per la difesa del titolo dopo il disastro inglese. Chi  delude è invece Melandri, a terra nelle battute finali ma mai davvero in lotta per il gradino più alto del podio.

GARA 2 – A scattare dalla casella di partenza prima di tutti è, questa volta, il giapponese Noriyuki Haga, subito seguito da Biaggi e Checa. Fa un po’ meglio della prima manche Marco Melandri, quinto ma prontamente incalzato da Rea. Prima fase di gara piuttosto convulsa con Checa che porta la Ducati al comando con un doppio sorpasso e il ravennate che si fa in quattro per non perdere il gruppetto di testa. Haga perde posizioni importanti, mentre la leadership diventa una questione tra la Ducati Althea e l’Aprilia numero 1 del mondo. Nel frattempo, malgrado abbia il favore del crono, Melandri fatica a sopravanzare Rea, che occupa il gradino più basso del podio virtuale. A metà corsa, la situazione pare in lenta evoluzione: Biaggi continua a studiare Checa, mentre Rea guida un Melandri meno arrembante del previsto alla riscossa sulla coppia di testa. Con estrema probabilità saranno le gomme a fare la differenza; l’incognita maggiore riguarda soprattutto lo spagnolo, che monta le morbide. Anche “Macio” fatica; a 5 giri dalla conclusione,  Marco si stende. Con Rea stabile in terza piazza, la vittoria è sempre più affare a due tra Checa e Biaggi. E puntuale il sorpasso arriva dopo una sbavatura dello spagnolo, che comunque non molla ed, infatti, passa al contrattacco.  Max ha un giro per recuperare ma non ce la fa: Checa centra l’ennesima vittoria, mentre il romano si deve accontentare del secondo posto. Quarta piazza per il team-mate Leon Camier.

Prossimo appuntamento con le derivate di serie a Monza l’8 maggio.

 

La classifica ufficiale di gara 2:

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 22 giri in 35’38.693
02- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.524
03- Jonathan Rea – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 3.584
04- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 5.913
05- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 16.916
06- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 17.375
07- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 17.740
08- Noriyuki Haga – PATA Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 18.329
09- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 18.378
10- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 18.404
11- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 26.284
12- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 27.053
13- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 38.614
14- Ruben Xaus – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 40.824
15- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 40.953
16- Roberto Rolfo – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 40.982
17- Barry Veneman – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 45.423
18- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – a 3 giri

 

Mara Guarino

Foto via: motorcyclenews.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews