Woody Allen picchiato a Roma. Realtà o bufala?

ROMA - Stando alle diciture di alcuni siti web, in particolar modo robadadonne.likers.it, sembrerebbe davvero arroventata questa estate romana, che stavolta vedrebbe coinvolto – dopo le risse di gay ed extra-comunitari, il sequestro di beni all’andrangheta e le sparatorie fra malavitosi – addirittura Woody Allen! Il celebre regista americano, a Roma in questi giorni per girare il suo prossimo film, sarebbe stato aggredito in pieno giorno in piazza del Campidoglio da un gruppo di neo-fascisti rimasti lì a campeggiare dal 28 aprile 2008, data dell’elezione a sindaco di Gianni Alemanno.

 

Gli aggressori, gridando «Morte all’ebreo!», dopo aver insultato il regista urlandogli «non fai ridere!», gli avrebbero rotto gli occhiali, lo hanno preso a calci e pugni e infine sono fuggiti. Il tutto sotto gli occhi attoniti del primo cittadino che, per giustificarsi, avrebbe dichiarato che pensava si trattasse di una gag.

Due ragazzi di 21 e 28 anni – si sarebbero consegnati spontaneamente alle forze dell’ordine.

«Lo abbiamo fatto per noia», hanno raccontato i ragazzi agli inquirenti. «Da quando non c’è più Veltroni qui a Roma non c’è più un cazzo da fare, anche l’Estate Romana è morta».

Il sindaco Alemanno avrebbe respinto le accuse affermando: «Non è vero, ci si può sempre ubriacare e poi andarsi a schiantare sull’Appia» e dichiara a proposito del caso Allen: «Il Comune si costituirà parte civile. Contro gli ebrei».

Intanto Woody Allen, ricoverato d’urgenza al Policlinico Umberto I per accertamenti, ha chiesto di essere trasferito in un ospedale. «Dio è morto, Marx è morto, Oreste Lionello è morto e anch’io non mi sento tanto bene» ha balbettato inconfondibilmente il regista.

Il sapore della bufala fresca di giornata è davvero molto forte, specie se si va a verificare in giro per il web, dove, tra il silenzio totale (primo indizio di falso), compare il sito Sagoma Comedy, che, in un articolo davvero molto ma molto sarcastico, riporta la notizia che (qui si) appare davvero come un gran bel pezzo da cabaret.

Si fa per ridere, direbbe il comico Saverio Raimondo, inventore del giocoso “fake”. Dormiamo pure sonni tranquilli.

Natalia Radicchio

Foto| via http://static.likers.it/

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

5 Risponde a Woody Allen picchiato a Roma. Realtà o bufala?

  1. avatar
    alex 15/07/2011 a 15:40

    complimenti x pubblicare evidenti bufale! google news sarà contento ;)

    Rispondi
  2. avatar
    Stefano Gallone 15/07/2011 a 17:12

    ehm…è un reato? Ci crocifiggono? a quanto pare c’è gente che se l’è bevuta. Quindi…

    Rispondi
  3. avatar
    Tommy 16/07/2011 a 00:19

    articolo di ***** in più copiato e incollato

    Rispondi
  4. avatar
    giuseppe 03/08/2011 a 23:21

    SIETE DELLE TESTE DI *****.

    Rispondi
  5. avatar
    Stefano Gallone 05/08/2011 a 20:39

    @Giuseppe e Tommy: e voi siete dei professoroni. I migliori in circolazione. Gradita la vostra presenza. In pratica venitecele a dire di persona.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews