WhatsApp a pagamento? Ecco le alternative gratuite

WhatsappAncora polemiche dopo l’annuncio di WhatsApp di voler introdurre il pagamento per l’accesso al proprio servizio. Pur essendo una cifra irrisoria (0,79 centesimi all’anno), sono moltissimi coloro che, per questioni di principio, si rifiutano di pagare la piattaforma di messaggistica istantanea per smartphone più famosa del momento.

Con duecento milioni di utenti fedelissimi, WhatsApp potrebbe così cominciare a perdere per strada un po’ dei numeri conquistati negli ultimi anni. Infatti, per chi non volesse saperne di pagare il servizio, si prospettano diverse alternative completamente gratuite che, per il momento, non hanno in programma di passare il loro servizio a pagamento.

Gli utenti dell’applicazione verde di instant messaging per eccellenza potrebbero dunque emigrare su nuove piattaforme free come Facebook Messenger che, oltre ad avere funzionalità molto simili a WhatsApp – inclusa la chat di gruppo e la notifica di ricezione – aggiunge la possibilità di inviare sms gratuiti. Inoltre, essendo Facebook il social network site più popolare in occidente, questa app si colloca sul mercato come l’unica in grado di contrastare per diffusione il predominio che WhatsApp ha sugli smartphone. Grande punto di criticità è che però si potrà comunicare soltanto con i propri contatti di Facebook, al di fuori dei quali non può esserci scambio di messaggi.

Altra app sottovalutata e completamente grauita, dunque alternativa a WhatsApp, è Viber che ha esordito negli appstore alla fine del 2010 accompagnata da una momentanea ondata di euforismo. Al contrario di ciò che accade con Facebook Messenger, qui ogni utente è identificato dal proprio numero di telefono, cosa che permette di poter stabilire un contatto con ogni persona della propria rubrica. Inoltre, offre moltissime attrattive in termini di grafica ed emoticon.

Tra le applicazioni gratuite più popolari troviamo poi Skype con i suoi 250 milioni di utenti. L’applicazione di Microsoft offre chiamate, videochiamate e messaggi gratuiti verso tutti gli utenti Skype, su smartphone, tablet e desktop. Come se non bastasse, permette inoltre di chiamare fissi e cellulari a tariffe agevolate. A partire dall’8 aprile, Skype e Windows Live Messenger diventeranno una cosa sola, il che potrebbe ampliare ulteriormente il numero già importante di utenti.Whatsapp

Anche se meno nota delle precedenti, altra applicazione free è Yuilop che appare addirittura come una piattaforma di messaggistica istantanea tra le più complete in assoluto. Chiamate e messaggi gratuiti verso tutti gli utenti Yuilop e chiamate e messaggi “a gettone” verso qualsiasi numero fisso o mobile. Questo ultimo sistema funziona mediante l’utilizzo di crediti, chiamati Energy, che si guadagnano promuovendo il servizio tra gli amici.

E se si vuole usare qualcosa di molto sicuro per la propria privacy, allora l’app giusta e gratuita è Kik Messenger che non obbliga ad usare il numero di cellulare proteggendo così ogni dato personale. Kik privilegia velocità e semplicità d’uso e, infatti, offre interfaccia e funzionalità minimali. Inoltre, dà la possibilità di espandere l’applicazione base scaricando appositi elementi aggiuntivi per condividere immagini o video, giocare coi propri contatti e creare disegni di gruppo.

Chiara Piselli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews