#vogliounpapache: su Twitter l’identikit del papa ideale

#vogliounpapacheÈ un flusso ininterrotto di tweet quello che ha preso il via durante la puntata di Piazza Pulita sugli abusi sessualie che sta proseguendo  con grande foga da ieri sera. Sono cinguettii pieni di rabbia che puntano il dito contro quegli uomini di Chiesa che si sono approfittati dell’ingenuità e del silenzio di bambini e ragazzi perpetrando violenze fisiche e psicologiche che hanno provocato traumi irreparabili nelle loro vite. Ma anche tweet che suggeriscono cambi di rotta innovativi che pongano fine, una volta per tutte, al potere temporale della chiesa, al suo “immischiarsi” nelle vicende politiche italiane e allo sfoggio dei beni di lusso.

È il trionfo dell’hashtag “#vogliounpapache”, suggerito a inizio puntata dal conduttore di Piazza Pulita, Corrado Formigli. Questo hashtag, insieme alle poche parole che seguono, sintetizza il malumore di tanti italiani arrabbiati e delusi da una chiesa che non può più essere un modello di vita e dal suo clero che persiste in un silenzio imbarazzante ogni qualvolta venga interpellato sugli scandali sessuali venuti a galla con forza dirompente dopo anni e anni di affossamenti.

Nel flusso interminabile di centinaia e centinaia di tweet si legge l’ira e lo sdegno condensati in  appena 140 caratteri che non lasciano posto a tolleranza alcuna. Tante le proposte per il “papa dei desideri”. Sabrina scrive: «#vogliounpapache non copra i pedofili, che metta mano al portafogli invece di essere vicino con la preghiera e che vesta e viva umilmente». E ancora: «#vogliounpapache faccia i conti con le anime e non con i codici iban», twitta Carlito. E poi: «#vogliounpapache si occupi del potere spirituale e non di quello temporale», dice Umberto. Il papa ideale per Simona è invece questo: «#VogliounPapache abolisca il celibato e denunci alla magistratura i colpevoli di reati sessuali nella chiesa. Troppo? » e quello teorizzato da Anna è questo: «#VoglioUnPapaChe apra alle suore il prossimo conclave».

L’identikit del papa ideale offerto da Giacomo è molto chiaro: «#vogliounpapache invece di indossare abiti di seta e scarpe di Prada vada in giro in tonaca e sandali». E poi c’è il tweet di Giuseppe: «#vogliounpapache denunci i “pretofili” e i criminali vari, elimini la gerarchica e relativa casta e vada a condurre una vita come Madre Teresa», quello di Gabriele: «#vogliounpapache condanni gli errori che vengono dall’uomo ed esalti le opere che vengono dallo Spirito» e quello di Alessia: «#vogliounpapache si spogli di ogni ricchezza e che si presti a vivere in umiltà, con abiti di fede, senza compromessi o falsi sorrisi».

C’è poi chi si sente completamente deluso e sfiduciato: «mi chiedo se ci siano ancora uomini capaci di essere la prova vivente di coraggio, umiltà, sacrificio, umanità e benevolenza #vogliounpapache», scrive ad esempio Francesca. E poi è la volta di Giusè: «#vogliounpapache combatta l’ipocrisia della chiesa. Potere, corruzione, pedofilia: è uno schifo!!». Più risoluto ancora è Guido che twitta: «Posto che il volontariato si può fare anche senza mettere in mezzo Dio, #vogliounPapache si limiti a non esistere». Ma anche Roberto non è da meno: «L’esempio di Cristo? Forse! L’esempio dei preti? Vade retro satana!!! #vogliounpapache».

Non mancano infine i cinguettii con un taglio più ironico: «#Vogliounpapache ci riveli il segreto di trasformare l’acqua in vino buono», scrive Eros; o quelli un po’ maliziosi, come il tweet di Antonio che esorta il prossimo conclave a fare qualcosa di concreto da subito: «#VoglioUnPapaChe devolva i 50 milioni di euro che lo #IOR gli versa annualmente tutti in beneficenze per opere umanitarie».

Chiara Piselli

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews