Violenta l’ex fidanzata e fotografa lo stupro con il cellulare

Violenta l'ex fidanzata e fotografa lo stupro

Violenta l’ex fidanzata e fotografa lo stupro

Rimini – La cronaca è costantemente piena di pagine che parlano di violenza inaudita, su donne e uomini, messa in atto da ex fidanzati che non accettato la separazione e, per questo, mettono in atto vendette e gesti mostruosi, inspiegabili e, soprattutto, ingiustificabili.

FOTOGRAFIA DURANTE LO STUPRO - Nella città romagnola di Rimini, è una donna di cinquant’anni ad aver subito ripercussioni e violenze da parte del suo ex compagno, un muratore di quarantuno anni  di Corinaldo, provincia di Ancona, che, dopo averle fatto passare settimane e mesi di inferno a causa delle ripetute minacce e telefonate, l’ha violentata e fotografata durante il crudele gesto.

STALKING E VIOLENZA INAUDITA - I due avevano interrotto la loro relazione da circa un anno, ma l’uomo non aveva mai accettato la rottura e, nel tempo, aveva cercato di recuperare il rapporto con ogni mezzo; le semplici richieste di appuntamenti ed i messaggi sofferenti, si erano poi trasformati in un vero e proprio violento stalking, fatto di chiamate e ricerche costanti, nonostante il continuo negarsi della donna che aveva definitivamente chiuso la storia. L’ex fidanzato non si è mai dato pace e ha continuato con pedinamenti ed sms che l’uomo inviava anche alla figlia di lei, nel tentativo di trovare una voce mediatrice con la sua ex amante.

La paura trasformatasi in tragedia

La paura trasformatasi in tragedia

LA PAURA SFOCIATA IN TRAGEDIA - Il fastidio della donna si è trasformato presto in paura, poiché l’uomo la seguiva in ogni istante di vita, anche durante le uscite con gli amici che era diventate impraticabili, poiché l’ex vedeva in ogni altro uomo un  ipotetico amante, così da farne accrescere la cattiveria e la violenza.
Dopo mesi e mesi di ripetuti inseguimenti, e di angoscia crescente, l’uomo è riuscito ad entrare nell’abitazione della riminese e, dopo ulteriori discussioni e rifiuti, l’ha assalita con forza, l’ha legata con una cintura e ha dato il via allo stupro. Non contento del folle e crudele gesto, l’uomo ha deciso di immortalare il momento scattando una fotografia con il suo cellulare.

PROCESSO PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI - Dopo lo choc subito, la donna ha deciso tempestivamente di denunciare l’uomo che le ha rovinato la vita e che, attualmente, è sotto processo per l’accusa aggravata di stalking e violenza sessuale. La prima udienza, tenutasi ieri presso il Tribunale di Rimini, ha visto numerosi testimoni raccontare la follia dell’imputato, mai rassegnatosi alla fine della loro storia. Alcuni testimoniano anche come le minacce si rivolgessero a tutte le persone attorno alla donna, amici compresi, messi in atto con la volontà di isolare la donna e allontanarla da qualsiasi altro uomo.

 Alessia Telesca

foto: media.crimeblog.it; fanpage.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews