Arriva a Torino il VIEWFest, il Festival del Cinema Digitale

Logo della società organizzatrice

Partirà a Torino, dall’undici al tredici ottobre, il VIEWFest, il Festival Internazionale di Cinema Digitale, Animazione e 3D, organizzato da View Conference. La rassegna offrirà al pubblico una ricca serie di eventi, workshop per le scuole, retrospettive, proiezioni del meglio della produzione 3D cosmopolita e numerosi eventi collaterali; inoltre sarà possibile visionare selezionate anteprime dei migliori festival di animazione internazionali.

Quest’anno è la volta del SIGGRAPH, il più importante festival di animazione digitale al mondo, attivo dal 1974 e teatro della prima presentazione della Pixar, The Adventures of Andrè and Wally B. Verrà proiettato il meglio dell’Electronic Theater di SIGGRAPH, ovvero i corti d’animazione più significativi dell’ultimo anno solare. Le opere selezionate sono state scelte per la grandezza delle loro caratteristiche tecniche, ma anche per l’originalità del racconto ed inevitabilmente per la potenza visiva; i titoli proposti, visionabili nelle sale del Cinema Massimo di Torino, sono ventidue: Rollin’ Safari, Toyota Prius “Hum”, One Day, Funeral Home Piñatas, Hermit,  ZombiU, Sleddin’, World of Warcraft: Mists of Pandaria Cinematic Intro, Not over, Midea, Digital Domain SIGGRAPH 2013,  Bet She’an, Ophelia: Love & Privacy_Settings, Halo 4 “The Commissioning”, The Rose of Turaida, Fortune Elephant Dream, King and Lionheart, Perfect Shadow, Lost Senses (Zmysły Prysły), Cyberpunk 2077 Teaser, À la Française e The Hobbit: An Unexpected Journey.

Una scena tratta da 'Monsters University'

Una scena tratta da ‘Monsters University’

Un altro speciale evento sarà il duplice incontro con Dan Scanlon, il regista del recente successo di Monsters University. Oltre alla proiezione del film d’animazione, il festival torinese ospiterà il cineasta nella mattinata di venerdì 11 ottobre per un incontro con i ragazzi delle scuole partecipanti; durante la stessa sera, invece, Scanlon presenzierà alla conclusione della pellicola per un colloquio con il pubblico pagante. Nell’arco della stessa giornata un importante spazio sarà dedicato poi alla creatività indipendente tramite la presentazione di tre lavori dell’artista e professore dell’IOWA, Peter Chanthanakone. Alle 20.15 sarà illustrata l’anteprima nazionale del film di animazione I Puffi – La leggenda di Smurfy Hollow di Stephen Frank.

Il giorno successivo, sabato 12 ottobre, vedrà il pomeriggio impegnato in un omaggio alla creatività italiana, con l’esibizione di video diretti da registi nostrani; a seguire l’anteprima nazionale di Piovono Polpette 2 – La rivincita degli avanzi di Cody Cameron e Kris Pearn. La serata continuerà poi con una pellicola dal fascino e dal richiamo globale: Google And The World Brain, diretto da Ben Lewis. Nel 1937 HG Wells predisse la creazione del “Brain World”, un’immensa biblioteca che avrebbe dovuto contenere tutta la conoscenza umana e che avrebbe portato ad una nuova forma di intelligenza superiore. Circa settanta anni dopo, la realizzazione di quel sogno fu arrestata durante la creazione del sito web Google Books; oltre la metà dei libri scansionati erano protetti da copyright, e gli autori di tutto il mondo lanciarono una campagna di protesta per fermarli, culminata poi in un tribunale di New York nel 2011. La pellicola di Lewis racconta il celebre ed ambizioso progetto, soffermandosi poi sulle opportunità e suoi pericoli offerti da Internet, navigando attraverso gli splendidi paesaggi di Cina, Stati Uniti, Europa e America Latina. Subito dopo ci sarà la proiezione di Gravity di Alfonso Cuaròn, film di apertura della 70° edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, con Sandra Bullock e George Clooney.

Una scena tratta da 'Google and the World Brain'

Una scena tratta da ‘Google and the World Brain’

Il VIEWFest propone inoltre due differenti concorsi: l’ItalianMix e il Youth ItaliaMix. Entrambi raccolgono pellicole innovative, strettamente legate alle nuove tecnologie e alle arti digitali. Requisito fondamentale per la partecipazione al concorso è l’italianità dei lavori: i film proposti devono essere necessariamente opera di registi o artisti italiani oppure, in alternativa, avere come oggetto o ambientazione l’Italia, così come intuibile dai titoli delle due sezioni.

Il Festival di Torino è il punto focale della produzione internazionale, fungendo da raccoglitore delle rappresentazioni più importanti. È l’evoluzione italiana di Resfest, geniale festival itinerante di cinema digitale nato negli Stati Uniti. «È un nodo in una rete. Immagina una rete di festival in ogni parte del mondo, da San Paolo del Brasile a Seul, da Amsterdam a Istanbul. Ora traccia delle linee virtuali, canali di comunicazione tra tutte queste città. Il risultato è un festival mondiale, dove ogni nodo della rete è connesso a tutti gli altri. Per l’Italia, questo nodo è Torino» è ciò che afferma l’organizzazione della rassegna, ponendo l’attenzione sull’importanza della promozione del nuovo cinema, legame indissolubile tra le diverse parti  del globo terrestre.

(Foto: cinefilos.it; viewfest.it; viewconference.it)

Alessia Telesca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews