VIDEO – Polonia: trapianto di volto in tempi record per giovane vittima di incidente

trapianto di volto polonia

L'uomo era rimasto vittima di un incidente sul lavoro

Roma – Un vero e proprio miracolo della medicina è avvenuto nell’Istituto di Oncologia di Gliwice, in Polonia. Qui, i medici della struttura ospedaliera sono stati in grado di praticare in tempi record un trapianto di volto a un trentatreenne, rimasto vittima di recente di un gravissimo incidente sul lavoro.

Un fatto che assume i tratti di un evento senza eguali, se si pensa che di norma prima di effettuare un trapianto di volto, occorre attendere diversi mesi, se non addirittura anni. Interventi di questo genere necessitano di particolari accorgimenti e precauzioni, prima che il paziente possa fare il suo ingresso in una sala operatoria, e da qui uscire con un viso tutto nuovo. Tra il poco tempo intercorso dal fatto, e l’operazione ricostruttiva hanno giocato un ruolo fondamentale le condizioni critiche in cui versava il paziente. Per i medici l’uomo era talmente grave che occorreva intervenire a ogni costo.

Così in Polonia è stata messa in pratica per la prima volta una procedura mai sperimentata fino a quel momento. Il giovane ha potuto riavere quella parte della propria faccia che gli era stata sottratta da un macchinario impiegato per tagliare le pietre, e che gli aveva lesionato persino una mascella.

Il trentatreenne polacco è rimasto sotto i ferri per ben ventisette ore, e al termine del delicato intervento di ricostruzione è apparso subito sereno. La sua gioia sembrava trapelare fin dai primi istanti, tanto da farsi immortalare sul lettino dell’ospedale con il pollice all’insù. Il paziente è quindi ritornato alla vita in pochi giorni, merito anche della profonda esperienza dei medici, impegnati nel centro oncologico a effettuare le ricostruzioni facciali di quei pazienti rimasti sfigurati dai tumori. Ora dovrà prendere costantemente dei farmaci, al fine di escludere la possibilità di rigetto, come di norma avviene per i pazienti che subiscono altre tipologie di trapianti.

Non è la prima volta che la medicina riesce a fare tali prodigi. Già in passato ad alcune vittime di gravi incidenti era stata data la possibilità di tornare per quanto possibile alla normalità, sottoponendosi a un delicato trapianto di volto. Nel 2005 infatti, i medici erano riusciti a restituire un viso Isabelle Dinoirea, donna francese che aveva subito un’aggressione da parte del proprio cane, fatto che l’aveva privata proprio di parte del volto.

Angela Piras

Foto: toscana-notizie.it;  huffingtonpost.co.uk

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews