VIDEO – Niente pillola del giorno dopo alla Camera, la denuncia di Pia Locatelli

pillola del giorno dopo

La deputata Pia Locatelli nel corso dell’intervento alla Camera

Roma – Niente pillola del giorno per le parlamentari italiane. La denuncia arriva della deputata Pia Locatelli, la quale ha informato subito i colleghi del grave episodio accaduto a una collega. I medici presenti in ambulatorio erano tutti obiettori di coscienza, e per questo la donna si è vista negare la possibilità di ottenere la prescrizione del farmaco, utilizzato in occasione di rapporti a rischio.

«Questa mattina – ha esordito la Locatelli – proprio in avvio dei nostri lavori, verso le 10.30 una collega si è recata all’ambulatorio della Camera per chiedere al medico di turno la prescrizione della cosiddetta pillola del giorno dopo». «Il medico le ha risposto di non essere disponibile alla prescrizione in quanto obiettore di coscienza – ha proseguito -. La collega ha deciso di aspettare il turno successivo e l’ha comunicato al medico obiettore. Si è sentita rispondere che anche il medico del turno a seguire è obiettore, così come gli altri in servizio».

Anche alla Camera dei Deputati sembra accadere quanto denunciato più volte nei classici ambulatori italiani, in cui i medici si rifiutano di prescrivere alle pazienti la pillola del giorno dopo. «L’esercizio dell’obiezione di coscienza – ha dichiarato ancora la deputata – non deve impedire l’applicazione della legge n. 194 in tutte le sue parti, dal diritto di ogni singola donna alla salute e all’autodeterminazione, come nel caso della giovane collega».

L’esponente del Psi ha anche annunciato anche un’interrogazione al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Chiaro lo scopo dell’iniziativa. «Chiedere se è vero che i medici in servizio alla Camera sono tutti obiettori di coscienza e, nel caso di risposta affermativa – sottolinea la Locatelli – quali iniziative intenda assumere per garantire alle parlamentari il diritto alla salute e i diritti sessuali e riproduttivi». Per la Locatelli si tratta di una vera e propria contraddizione italiana: solo qualche settimana fa, il Parlamento aveva esaminato la problematica legata alla somministrazione della pillola del giorno dopo e l’obiezione di coscienza.

Angela Piras

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews