VIDEO – Napoli, aggressione a Lettieri dopo rissa tra Casapound e centri sociali

NAPOLI - A maggio si voterà per le amministrative del 2011, ma il clima sembra quello da far west degli anni di piombo. Il candidato a sindaco di Napoli del Pdl Gianni Lettieri è stato aggredito verbalmente e fatto oggetto di sputi mentre si trovava a piazza san Gaetano, in pieno centro storico.

Gianni Lettieri (news.denaro.it)

Lettieri stava percorrendo le vie della città quando un gruppetto di giovani lo ha avvicinato, insultandolo e denunciando la presenza di “fascisti” nelle sue liste e di “candidati con le lame“. Ad assalire Lettieri sarebbero stati alcuni giovani riconducibili a movimenti politici di estrema sinistra, che volevano vendicare i loro compagni feriti in mattinata durante una rissa scoppiata a via Porta di Massa tra militanti di Casapound e appartenenti ai centri sociali.

LA RISSA SECONDO I CENTRI SOCIALI - Davanti alla sede della facoltà di Lettere dell’Università Federico II, si era infatti sfiorata la tragedia verso le 10 di stamattina, quando un gruppo di militanti di Casapound e alcuni appartenenti ai centri sociali erano venuti a contatto dopo reciproche provocazioni: tra i protagonisti della rissa ci sarebbe stato anche Enrico Tarantino, candidato alla III Municipalità in una lista collegata a Lettieri ed esponente di Casapound, coinvolto la settimana scorsa in una polemica per un messaggio di auguri (ironico secondo il diretto interessato) rivolto nientedimeno che ad Adolf Hitler. Secondo la ricostruzione fatta da un rappresentante di facoltà vicino ai movimenti di sinistra, la rissa sarebbe scattata in seguito alla cancellazione di alcune svastiche e croci celtiche vergate nella notte con lo spray nero sui muri della facoltà in via Porta di Massa, scritte che recavano minacce agli appartenenti al movimenti antifascista (“Antifa’, vi buchiamo” recitava una di esse). Alcuni giovani di Casapound si sarebbero avvicinati ai ragazzi che stavano rimuovendo le scritte e le due fazioni si sono subito affrontate in modo violento. Sarebbero stati gli associati di Casapound ad aggredire per primi, coltelli alla mano.

LA RISSA SECONDO CASAPOUND - Secondo Casapound, invece, ad un associato del gruppo di estrema destra sarebbe stato impedito di entrare in facoltà per seguire una lezione. Il ragazzo avrebbe chiesto l’aiuto di Enrico Tarantino, che si trovava nelle vicinanze ad un banchetto elettorale: i due sarebbero stati aggrediti da un gruppo dei centri sociali armato di manici di piccone e Tarantino avrebbe riportato ferite alla testa e al volto, confermate dal ricovero in pronto soccorso resosi necessario anche per altri tre giovani che hanno rimediato invece ferite di arma da taglio.

La scritta attribuita a Casapound sul muro della facoltà di Lettere della Federico II (corrieredelmezzogiorno.it)

COMITATO ELETTORALE PDL SFASCIATO – Il clima a Napoli per la campagna elettorale post-Iervolino è incandescente e la giornata di oggi, iniziata in maniera cruenta, è terminata nella peggiore maniera possibile: dopo l’aggressione a Lettieri, alcuni giovani non ancora identificati hanno fatto irruzione nel comitato elettorale Pdl pro-Lettieri di piazza Bovio. Il locale è stato messo a soqquadro e due volontari che stavano distribuendo volantini sono rimasti feriti.

Si deve registrare con desolazione, in questa vicenda, il comunicato dell’Anpi, attraverso la voce del segretario regionale campano Daniele Maffione: «Come Associazione, esprimiamo la nostra solidarietà al movimento studentesco napoletano. Siamo fiduciosi nell’operato delle forze dell’ordine e della Magistratura, ai quali chiediamo di fare luce sull’accaduto e condannare con fermezza chi, ponendosi al di fuori della nostra Costituzione, utilizza la violenza come strumento di attività politica».

C’è bisogno persino di scomodare i partigiani, per far riflettere a un nugolo di dementi che il tempo di fasci e brigate rosse, di lame e mazze, dovrebbe essere finito già da un bel po’.

Francesco Guarino

 

L’AGGRESSIONE A LETTIERI:

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a VIDEO – Napoli, aggressione a Lettieri dopo rissa tra Casapound e centri sociali

  1. avatar
    Anonimo 11/05/2011 a 16:08

    una “squadraccia” di due persone che si va a scontrare con un nutrito gruppo di antifascisti. per rispondere all’aggressione questi ragazzi si difendono con dei manici di piccone.. ma come si fa a credere a una cosa del genere? se casapound volesse mandare veramente delle “squadracce” pensate che manderebbe soltanto due persone? e come mai quegli altri ragazzi avevano dei manici di piccone? non è triste il fatto che queste versioni assolutamente ridicole vengano prese per vere dai giornali, è triste che la gente ci creda!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews