VIDEO – Le Iene svelano come spiare i computer altrui

"Non riesco a vedere i video su Youtube", una delle scuse utilizzate nei centri riparazione (Foto: Giornalettismo)

Un servizio andato ieri in onda nel popolare programma di Italia 1 Le Iene getta una luce inquietante sulla sicurezza dei dati contenuti nei nostri pc, e soprattutto fa luce sui tanti modi a disposizione dei tecnici (o di chiunque, da buon “smanettone”, abbia un minimo di conoscenze informatiche) per spiare le informazioni personali altrui.

Attraverso l’aiuto degli esperti forensi, quelli delle Iene hanno installato un programma di registrazione criptata nel pc, e con la complicità di un’avvenente fanciulla, della quale fotografie è stato riempito il falso computer portatile da riparare, si è dato il via all’operazione.

Il personal computer è stato portato in cinque diversi centri di assistenza di Milano, per verificare la serietà dell’operato svolto: in ben tre dei cinque casi, la cartella delle immagini è stata aperta, le informazioni personali della donna visionate e, addirittura, uno dei tecnici ha ben pensato di copiare i file su una pendrive e raccogliere le password, così da poter accedere in qualsiasi momento al materiale “piccante”.

Quanto accaduto dimostra che, anche in buona fede dell’addetto chiamato a risolvere il (falso) problema del vostro apparecchio elettronico, la sicurezza sulle informazioni personali non è mai abbastanza. E se quelle immagini sexy e provocanti finissero su un motore di ricerca, alla mercede di chicchessia?

Almeno per quanto riguarda Google, la possibilità di controllare quanto accaduto è semplice: dalla pagina principale del motore di ricerca, si naviga fino alla sezione Immagini, e poi si carica (seguendo le facili istruzioni a video) uno dei file incriminati. Grazie alla ricerca visiva, Google vi mostrerà se alcune delle vostre immagini saranno state rubate e caricate online, anche senza il vostro permesso.

In tutti gli altri casi, vale la pena seguire alcuni, semplici consigli: impostare una password o “nascondere” le cartelle con dati importanti, o meglio ancora salvarle in un supporto esterno (pennette Usb o hard disk esterni, che si trovano entrambi per cifre accessibili nelle catene di elettronica) e cancellarle dal computer – con successiva formattazione, per una maggiore sicurezza – , prima di affidare il proprio fidato amico nelle mani dei centri di riparazione. Sperando, com’è ovvio, nella professionalità del tecnico che la sorte vi avrà affidato.

Qui il video completo del servizio.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews