VIDEO GOL Esbjerg – Fiorentina 1 – 3: La Viola ipoteca la qualificazione

AQUILANI Esbjerg - Fiorentina

Alberto Aquilani

Esbjerg – La Fiorentina vola in Danimarca per affrontare la mina vagante Esbjerg, squadra che quest’anno prima ha eliminato il Saint Etienne nei playoff, poi  si è qualificata seconda nel girone C dietro al Salisburgo, ma che in campionato occupa la penultima posizione, e sono fermi da due mesi per la sosta invernale.
Gli uomini di Fredriksen (che fino a tre anni fa faceva l’impiegato in banca) si schierano con il 4-4-1-1 con Fellah a sostegno dell’unica punta Pusic, solito 4-3-3 scelto da Vincenzo Montella con Matri al centro dell’attacco supportato da Ilicic e Ryder con Aquilani in cabina di regia.

PRIMO TEMPO –  L’avvio di partita è ricco di emozioni, i padroni di casa partono bene ma vengono trafitti al 9′ da un bel gol di Matri che lanciato da Mati Fernandez aggancia in area con il destro e conclude di sinistro nell’angolino basso.
Neanche il tempo di festeggiare ed è subito pareggio: sugli sviluppi di una rimessa laterale parte un cross dal fondo che viene liberato male da Roncaglia con la palla che finisce dritta tra i piedi di Pusic che insacca con un sinistro che spiazza tutti.
La Viola non ci sta e si porta di nuovo avanti con Ilicic che è abile nel catturare una palla respinta male da Drobo-Ampem ed a realizzare il vantaggio.
I danesi non si scoraggiano e prima sfiorano il pareggio con Fellah che a tu per tu con Neto non trova la via del gol, dopo assediano con una serie di azioni da calcio d’angolo la squadra avversaria.
Proprio nel momento migliore dell’ Esbjerg gli ospiti passano di nuovo: è il 36′ e Ryder viene atterrato in area da Drobo-Ampem che è ancora rovinosonell’intervento, calcio di rigore battuto in maniera esemplare da Aquilani che sigla il 3 – 1 che gli vale il suo primo gol europeo in maglia viola.

SECONDO TEMPO – Ritmi bassi nella ripresa con i gigliati che controllano la partita ed i padroni di casa che cercano in maniera vana di riaprire il discorso qualificazione. Al 56′ spazio a Mario Gomez che sostituisce Matri e cerca di rendersi subito pericoloso con un tiro di destro che viene bloccato dal portiere. Fuori anche Fernandez ed Aquilani al loro posto Bakic e Pizarro, per i danesi scendono in campo il gemello Andersen e Bergvold ex del Livorno che compie 33 anni oggi.
A rendersi pericolosi sono gli ospiti che sfiorano il poker:al 77′ con Borja Valero che spara alto dopo una respinta di Dubravka, e al 86′ con Gomez che conclude centrale di testa.
Finisce così con la Fiorentina che dovrà solo gestire il risultato al Franchi e che intravede già il derby con la Juve agli ottavi.

IL TABELLINO -  Esbjerg – Fiorentina 1 – 3: 9′ Matri, 10′ Pusic, 15′ Ilicic, 36′ Aquilani (R)

Esbjerg: Dúbravka, P. Ankersen, Drobo-Ampem, Knudsen, Jakobsen, Lekven, J. Ankersen,Andreasen(C), Fellah, Lyng,Pušić. A disp.: Højbjerg, Bergvold, J.Andersen, Lucena, Rasmussen, Van Buren, Bakenga. All. Montella

Fiorentina: Neto, Roncaglia, Compper, Savić, Pasqual(C), Aquilani, Fernández, Borja Valero, Iličić, Matri, Ryder Matos. A disp: Rosati, Tomovic, Pizarro, Bakic, Joaquin, Ambrosini, Gomez. All. Fredriksen

Arbitro: Karasev

Ammoniti: Pasqual, Jakobsen, Ilicic, Drobo.

Marcatori: 8′ Matri, 14′ Ilicic, 36′ Aquilani

Giulio Perulli

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews