VIDEO – Europa League: Hajduk Spalato-Inter 0-3, cronaca e gol

Sneijder, autore del gol del vantaggio interista (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Hajduk Spalato- Inter 0-3:  Sneijder 18′ p.t, Nagatomo 44′ p.t, Coutinho 28′ s.t

Formazioni – La squadra di casa si presenta col consueto 4-2-3-1. Dietro l’unica punta Vukusic agirà un trio di mezzepunte, formato da Oremus e Caktas sugli esterni e da Andrijasevic al centro. Stramaccioni opta invece per un albero di Natale con il duo Palacio-Sneijder a supporto di Milito.

Hajduk Spalato: 1 Blazevic; 6 Vrsajevic, 22 Maloca, 5 Milovic, 17 Jozinovic; 7 Andrijasevic, 14 Radosevic; 11 Oremus, 18 Caktas, 20 Ozobic; 13 Vukusic.
A disposizione: 4 Milic, 9 Maglica, 16 Lustica, 19 Vugdelida, 24 Vukovic, 27 Jonjic, 29 Tomas. Allenatore: Miso Krsticevic.

Inter: 1 Handanovic; 4 Zanetti, 6 Silvestre, 8 Palacio, 10 Sneijder, 14 Guarin, 19 Cambiasso, 22 Milito, 26 Chivu, 42 Jonathan, 55 Nagatomo.
A disposizione: 12 Castellazzi, 7 Coutinho, 16 Mudingayi, 24 Benassi, 25 Samuel, 33 Mbaye, 88 Livaja. Allenatore: Andrea Stramaccioni.

Prima partita ufficiale di stagione e prima prova europa per Andrea Stramaccioni in questa gara di andata del terzo turno preliminare di Uefa Europa League. La principale preoccupazione del tecnico romano era rappresentata dalla condizione atletica della squadra, senz’altro meno spumeggiante di quella degli avversari, che lavorano già a pieni ritmi avendo iniziato il campionato da quasi un mese. L’Inter è pero’ apparsa tonica, soprattutto nel primo tempo, con un Milito ed un Palacio già pronti per l’inizio di questa delicata stagione.

Molto attese  erano le prestazioni dei nuovi Handanovic e Silvestre: il portierone ex Udinese non ha tradito le aspettative, sfoderando la solita prova di grande sicurezza; meno integrato negli schemi è invece apparso il centrale prelevato quest’estate dal Palermo, autore soprattutto di un grave errore nel secondo tempo che, senza il tempestivo intervento proprio di Handanovic, sarebbe potuto costare il gol dello Spalato.

Inizia sorniona la squadra di Stramaccioni, difendendo troppo bassa e soffrendo non poco le incursioni sulle fasce laterali della squadra croata. Alla prima buona occasione è pero’ subito vantaggio. Milito lavora alla perfezione un pallone sulla trequarti e lo serve a Sneijder in area di rigore. L’olandese è bravissimo con un paio di finte a saltare i due centrali e a superare Blazevic con un destro preciso. L’episodio cambia la partita e consegna le chiavi della manovra all’Inter, che allo scadere del primo tempo trova anche un fortunoso raddoppio, grazie ad una conclusione di Nagatomo deviata da Maloca.

La seconda parte di gara viene amministrata senza troppi patemi d’animo da Zanetti e compagni. Dopo soli 3 minuti Cambiasso, ben imbeccato da Sneijder, sfiora il terzo gol fallendo da due passi l’impatto di testa. L’Hajduk non sembra avere le forze per riaprire il match e allora ci pensa Coutinho (entrato al 65′ al posto di Sneijder) a chiuderlo definitivamente. Scambio nello stretto con Palacio e stupendo destro a giro sul palo lungo.

Nel quarto d’ora finale prova le ultime cartucce la squadra di casa, vicina al gol in due occasioni con Maglica.  Il risultato finale è un secco 3-0 che dà grande fiducia in vista dei prossimi impegni della squadra allenata da Stramaccioni. Sostanzialmente archiviata la pratica qualificazione in attesa del ritorno da disputarsi a San Siro il 9 di agosto.

Davide Lopez

Il video della partita

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews