VIDEO – Concerto per l’Emilia. Da Liga alla Pausini: vera musica per i terremotati

ligabue

Luciano Ligabue

Bologna – C’erano tutti. Parla così Roberto Anselmi, inviato dell’Ansa, che ieri ha seguito la kermesse canora Concerto per l’Emilia, tenutosi allo stadio Ara di Bologna.

C’era Zucchero, il quale non perso l’occasione di rompere il ghiaccio, prima della sigla d’inizio che scandiva la diretta andata in onda su Rai Uno. Le note della sua ballata Il suono della domenica, dedicata alle popolazione emiliane distrutte dal sisma si sono distese sulla platea intervenuta per assistere al concerto. Trentasei mila persone pronte ad ascoltare cantautori come: Francesco Guccini, Ligabue, Samuele Bersani, Laura Pausini e tanti altri volti celebri. Un numero che avrebbe potuto essere anche più alto ma per ragioni di sicurezza non è stato possibile accogliere.

Caterina Caselli, madrina dell’evento organizzato dal leader dei Nomadi, Beppe Carletti, è tornato alla musica dal vivo con il suo Si muore un po’ per poter vivere, mentre è stato lo stesso Guccini a introdurre sul palco il grande atteso della serata, Luciano Ligabue, uno straordinario narratore dello spirito emiliano che con due canzoni ha dato voce alla sua terra: Il giorno di dolore, ‹‹che nessuno te lo spiega perché sia successo a te›› e Il meglio deve ancora venire.

Poi è la volta di un altro emiliano doc, Gianni Morandi, e le lacrime hanno accompagnano l’emozione della musica. Mentre Morandi con la voce degli Stadio, Gaetano Curreri, rivivevano Piazza Grande, il maxi schermo rimanda alcune immagini di Lucio Dalla, recentemente scomparso.

Sul palco anche Nek, Paolo Belli e altri interpreti partecipanti in forma gratuita. Laura Pausini ha reso un secondo omaggio a Dalla mentre Cesare Cremonini ha intonato L’anno che verrà. Raffaella Carrà si è scatenata e non è mancato un simpatico fuori programma con gli sciatori Tomba e Razzoli.

Il bilancio della serata è stato più che positivo. Carletti, accanto al presidente della Regione e commissario straordinario, Vasco Errani, ha precisato che si sono registrati più di un milione di incassi per gli ingressi allo stadio e un milione e mezzo si sono contati grazie alle donazioni via sms. Errani ha chiarito che ‹‹non faremo quello che è stato fatto da altri parti. Non ricostruiremo paesi due o paesi tre. Rivogliamo le nostre comunità››.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews