VIDEO Cede il ponte di Can Tho durante una marcia funebre. Nove morti

Crolla il ponte di Can Tho durante una marcia funebre

Crolla il ponte di Can Tho durante una marcia funebre

Spesso case, ponti e strutture architettoniche possono essere protagoniste di tragedie umane per l’errata costruzione e locazione di queste e, molto spesso, per la mancata manutenzione necessaria a mantenere in piedi questi complessi oramai essenziali alla vita quotidiana dell’uomo.

IL PONTE CROLLATO IN VIETNAM - In Vietnam, unico artefice di un disastro familiare è stata proprio una passerella sospesa, il ponte di Can Tho , crollata brutalmente durante il passaggio di auto e persone, a seguito di una processione funebre. La giornata, di per se già poco piacevole vista la ricorrenza, si è conclusa con una vera e propria catastrofe, poiché il funesto crollo ha causato la morte di otto persone e ne ha ferite all’incirca altre quaranta, cadute da uno strapombio di nove metri di altezza, sui massi del torrente d’acqua sottostante.

IL SECONDO INCIDENTE SUL PONTE CAN THO - L’incidente ha destato, oltre ad una inevitabile disperazione, una reazione di stupore, poiché il ponte Can Tho era stato inaugurato solamente nel 2012 ed era quindi di fattura recente. Difatti la struttura, costruita nella cittadina del Vietnam per unire Can Tho con la vicina Vinh Long, aveva visto luce un anno e mezzo fa, dopo dopo una lavorazione, iniziata nel 2004, di ben otto anni. Il ponte era già stato protagonista di un disastroso incidente avvenuto nel 2007 quando, in corso d’opera, la struttura crollò brutalmente, causando così la morte di circa sessanta persone e ferendone un altro centinaio. A seguito del crollo la struttura era stata rielaborata e modificata, nella speranza di evitare future stragi di lavoratori o semplici passanti, ma è palese che le fondamenta della passerella non siano state ben costruite e la tragedia si è ripetuta causando ancora numerose vittime. Questo tragico epilogo mostra come la mano dell’uomo sia fondamentale per evitare il crollo ed il deterioramento di strutture fisiche ed architettoniche basilari come ponti ed abitazioni, abidite per rendere pià agevole la vita delle persone e non per causare ulteriori disagi o, addirittura, tragedie.

Alessia Telesca

foto: tgcom.24.mediaset.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews