VIDEO Borghezio e il comizio razzista a Roma: una fuga annunciata

Il politico leghista Borghezio protagonista di una contestazione durante un comizio improvvista: era a Roma, in un quartiere multietnico

Roma – Torpignatta è uno dei quartieri più multietnici di Roma e la scuola Carlo Pisacane uno degli istituti con il maggior tasso di iscritti di origine straniera. I due elementi, mescolati con la presenza dell’europarlamentare leghista Mario Borghezio, impegnato in un volantinaggio anti immigrazione, hanno dato vita questa mattina a un siparietto tra il comico e il drammatico che ha visto l’esponente leghista al centro di una contestazione molto originale.

borghezio

Un momento del comizio di Mario Borghezio a Roma (gionalettismo.com)

LE MAMME E L’ACCOGLIENZA – Per nulla indifferenti e accoglienti, infatti, sono state le madri degli studenti iscritti alla scuola, che hanno invitato il politico leghista a “togliere il disturbo”.
Borghezio non è certo tipo da lasciarsi insultare senza reagire e così ha fatto – con le sue colorite maniere – anche con le signore romane; in loro supporto, però, sono intervenuti anche dei passati, tra cui un anziano signore e un ragazzo più giovane.

QUASI INSURREZIONE DI QUARTIERE – L’alterco con il leghista ha coinvolto subito dopo anche alcuni balconi e i loro occupanti, che si sono uniti agli insulti al leghista, suggerendo anche loro di allontanarsi. Il contrattacco è stato vincente, visto che Borghezio ha dovuto letteralmente fuggire, inseguito da una piccola folla.
Borghezio ha così dovuto ripiegare sulla propria automobile, che poi è sfrecciata via, seguita da un secondo mezzo – la scorta? – letteralmente cacciato dalla popolazione di Torpignatta, sicuramente poco in sintonia con i toni della propaganda leghista.

borghezio

Il megafono, preso abbassato, di Borghezio (giornalettismo.com)

CORO E CONTROCORO – Se Borghezio è riuscito solo a pronunciare la frase «vi libereremo dall’invasione degli stranieri», prontamente ha risposto la folla, dalla quale si è alzato un coro che invitava «la Lega in galera».

IL VIDEO – Qualcuno s’è anche preso la briga di documentare l’evento, registrando l’incontro ravvicinato tra le madri di Tor Pignatta e Borghezio. E il video così ripreso ha raccolto rapidamente popolarità, venendo anche raccolto dalle testate giornalistiche: il primo a pubblicarlo, in realtà, è stato lo stesso Borghezio, sul proprio canale YouTube, cercando di calcare la mano sull’aggressione subita, senza ottenere tuttavia commenti lusinghieri.

BORGHEZIO: L’ULTIMA TROVATA – Mario Borghezio non è certo nuovo a trovate di questo genere, talora discutibilmente al limite del buongusto e del buonsenso. La campagna leghista contro “Roma ladrona” compiuta lungo il Tevere, però, non sembra aver sortito buoni effetti, come era facile immaginarsi. La sua fuga in automobile è diventata anche un video virale, che sta facendo rapidamente il giro del web: come finale di campagna elettorale per la Lega non c’è male.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews