VIDEO Bambine smarrite in centro commerciale, nessuno le aiuta

L'esito di un esperimento sociale inglese lascia senza parole: due bambine smarrite completamente ignorate da oltre 600 adulti

Londra – Due bambine inglesi di sette e cinque anni, si sono smarrite all’interno del centro commerciale della stazione metropolitana London Victoria. Nessuno si è fermato ad aiutarle.

L’ESPERIMENTO SOCIALE – In verità, si è trattato di un esperimento sociale: le due sorelle, Uma e Maya, a turno sono state lasciate in mezzo alla folla del centro commerciale. Il test voleva verificare quante persone si sarebbero accorte di loro e quante fossero disposte ad aiutarle. Su 616 passanti conteggiati, si è fermata solo una donna.

bambina smarrita

Una delle due bambine lasciate sole, in mezzo alla folla, per un esperimento sociale

LA FRENESIA RENDE INSENSIBILI? – Pearl Pitcher, una signora di settant’anni, è stata la sola a chiedere a una delle due bambine se fosse tutto a posto o avesse bisogno di aiuto. La Pitcher, una volta saputo dell’esperimento, ha raccontato di aver notato la bimba e che dopo un po’, avendo continuato a vederla da sola e smarrita, senza nessun adulto di riferimento accanto, si era avvicinata a lei.

L’esito dell’esperimento ha lasciato senza parole un po’ tutti, soprattutto la mamma delle due bambine. Resha Rumsey, scrittrice quasi cinquantenne, ha detto

È straziante vedere bambini soli che hanno bisogno di aiuto e gente che passa loro davanti senza neanche vederli

Il video dell’esperimento è stato diffuso in Inghilterra da Channel5. Dopo averlo visto, anche la National Society for the Prevention of Cruelty to Children (NSPCC), la principale organizzazione benefica britannica per la difesa dei bambini l’ ha definito «scioccante».

La frenesia dell’era digitale ha reso insensibili gli esseri umani? Possibile che la vista di due bambine sole, smarrite in mezzo a tanta gente, non susciti la sensazione di dover fare qualcosa? Anche solo di chiedere loro se va tutto bene? Su 616 persone conteggiate, solo una si è fermata. La donna, raccontando l’episodio, ha detto che la sua era una generazione diversa, una generazione che aiutava chi aveva bisogno. E la nostra? Dovremmo fermarci – disconnetterci- e prestare più attenzione a quello che accade intorno (e dentro) di noi.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.dailystar.co.uk

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews