VIDEO L’attivista (in perizoma) rovescia coriandoli su Mario Draghi

Bruxelles – “Aggressione” a suon di coriandoli per Mario Draghi. Erano quasi le 14 quando il numero 1 della Banca Centrale Europea si apprestava al suo discorso di routine  post riunione BCE, solitamente il giovedì ma anticipata di un giorno per l’incontro tra Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale, quando una manifestante si è lanciata contro gettando in aria dei coriandoli e alcuni volantini al grido “Basta alla dittatura della BCE”. Nel video, che sta facendo il giro del mondo, si vede chiaramente il pres. della BCE colto letteralmente di sorpresa dalla ragazza (che nel salto mette in mostra il perizoma) che solo successivamente viene bloccata e portata via dalla sicurezza.

L’ATTACCO E I PRECEDENTI A – Proprio all’inizio della conferenza stampa, una giovane attivista del movimento Blockupy si è fiondata improvvisamente sul presidente BCE. La ragazza, che indossava una maglietta con su scritto “Fine della dittatura BCE” ha iniziato a lanciare coriandoli sul presidente fin quando le guardie non l’ hanno portata via. Non è il primo avvertimento che viene fatto alle istituzioni europee e in particolar modo alla Banca centrale. Il 17 marzo scorso, in occasione dell’inaugurazione del nuovo edificio megagalattico della BCE a Francoforte, costato 1,3 miliardi di euro, diecimila manifestanti hanno assaltato la città contro “la dittatura delle banche”, bruciando mezzi della polizia e andando al conflitto con le forze dell’ordine.

attacco draghi coriandoli

LA RIUNIONE – Draghi si è presentato in conferenza stampa per spiegare le scelta di mantenere i tassi d’interesse al livello più basso dalla creazione dell’Euro (0,05%). Inoltre la BCE ha voluto confermare in pieno la scelta del quantitative easing, cioè l’acquisto dei titoli di stato degli stati membri promosso un mese fa dalla presidenza e ad oggi ancora non esattamente un successo. I Rumors, smentiti da Draghi, sostengono che la BCE non applicherà del tutto il programma, che in teoria dovrebbe dare liquidità al sistema e aumentare l’inflazione, scongiurando l’attuale deflazione presente in molti stati membri. Nel mese di marzo, la BCE ha comprato titoli per 60 miliardi di Euro e continuerà a farlo ogni mese fino a settembre 2016, così almeno secondo quanto affermato da Draghi. Un a misura chiaramente criticata dalla Bundesbank viene giudicata come un successo nel suo primo mese di vita.

UNA CONTINUA EMERGENZA – La Banca centrale europea è l’unica che in questi mesi sta agendo al di fuori dei trattati per provare a salvare un progetto euro che secondo molti sta portato disuguaglianza e fame in molti stati europei. A Draghi dunque la responsabilità politica dell’ immobilismo di un Europa dominata da un sistema finanziario che si sta arricchendo e da una politica sterile che vede alcuni stati arricchirsi ed altri chiedere le elemosina.

Domenico Pellitteri

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a VIDEO L’attivista (in perizoma) rovescia coriandoli su Mario Draghi

  1. avatar
    Alby 16/04/2015 a 06:41

    solo una esibizionista tedesca,molto stupida. Draghi è uno dei pochi che cerca di fare qualcosa di buono.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews