Vergogna Benevento: Evacuo saluta gli ex tifosi della Nocerina, presidente e tifosi lo cacciano

felice-evacuo-benevento-nocerina

Felice Evacuo (sanniofutsalsoccer.it)

C’è una sola parola per descrivere  il caso Evacuo che da oggi pomeriggio sta infiammando il dibattito calcistico nella provincia di Benevento: schifo. Felice Evacuo, 31enne attaccante del Benevento ed ex giocatore – tra le altre – di Avellino e Nocerina, è stato violentemente attaccato dal suo presidente Vigorito e dal collettivo di tifoseria organizzata della Curva Sud dei sanniti. La colpa? Aver salutato a fine gara di oggi (Benevento-Nocerina, finita 1-0 per gli stregoni) i suoi ex tifosi della Nocerina.

Incredibile ma vero. Felice Evacuo, nativo di Pompei, è stato accusato di aver salutato la tifoseria avversaria in trasferta al Santa Colomba e, con tale gesto, ha «offeso i nostri tifosi». Parole non di uno sconsiderato da gradinata, ma del presidente del Benevento Calcio Oreste Vigorito. 

I fatti sono tanto elementari quanto agghiaccianti. Il Benevento batte la Nocerina per 1-0 nel derby campano valido per la 5a giornata del campionato di Prima Divisione. A fine partita Evacuo si avvicina alla curva della Nocerina e rivolge un gesto di saluto ai tifosi dei molossi, che lo hanno visto giocare lo scorso anno con i propri colori. Il presidente Vigorito, al rientro negli spogliatoi, ha dato il via allo show.

In conferenza stampa il presidente del Benevento ha parlato per spiegare l’accaduto. E le sue dichiarazioni non sono state nient’altro che un’allucinante conferma: «Il gesto non è sfuggito a nessuno credo. Oggi è successo qualcosa di molto grave: un nostro tesserato, forse il più rappresentativo del Benevento, ha espresso il proprio appezzamento nei confronti della tifoseria rossonera, non accorgendosi di star offendendo il tifo beneventano. Evacuo ha messo il suo contratto sul tavolo. Io mi sono preso un momento per pensarci. In casi come questo devo difendere la città di Benevento. E’ difficile prendere una decisione del genere, lasciare andare un attaccante come Evacuo non ci permetterebbe più di essere una delle favorite alla vittoria del campionato e in più ci accorgeremmo più in là della mancanza di una punta. [...] Vi dico anche che Evacuo nel dopo partita si è sentito male e ha avuto bisogno dell’intervento dei sanitari, ma questo non sminuisce il gesto che ha compiuto».

E se il presidente è partito in quarta, per la tifoseria organizzata è stato fin troppo facile metterci il carico da novanta. Con un comunicato ufficiale: «I fatti verificatisi al termine della gara contro la Nocerina avranno le conseguenze ed il peso che meritano, senza il minimo dubbio o tentennamento: il signor Felice Evacuo entro stasera deve effettuare la rescissione del contratto senza attendere decisioni altrui; contestualmente alla rescissione è pregato di lasciare la città entro lo stesso termine. Non solo. L’eventualità che Felice Evacuo possa presentarsi alla prossima seduta di allenamento sarà considerato un affronto alla Curva Sud e come tale sarà trattato. Su quanto accaduto negli spogliatoi a riguardo delle posizioni societarie di altri elementi dello staff non nutriamo alcun interesse, rimettendoci a qualsiasi scelta venga presa. Ribadiamo il concetto nel caso fossimo stati poco chiari: Felice Evacuo deve lasciare la città entro questa sera senza farvi più ritorno».

Inciviltà, ottusità, bestialità. Non ci sono parole adeguate a descrivere una situazione del genere. Un professionista decide di salutare i supporter della squadra con cui ha militato fino a pochi mesi prima – e stemperare i toni di un derby “caldo” – ed in cambio viene gettato sui carboni ardenti dal proprio presidente in primis, in nome di una insuperabile rivalità calcistica. I cui risvolti mortificano non la professionalità calcistica, ma i fondamenti del vivere civile e dell’intelligenza umana. Il giocatore viene considerato materia informe, da plasmare sullo stampo del fanatismo, da delegittimare all’occorrenza e da considerare solo ed esclusivamente in funzione della sua utilità alla causa sportiva. Dal basso del nostro ridotto pulpito virtuale ci permettiamo di dare un consiglio a Felice Evacuo. Se ne vada stasera stessa da Benevento. Ci torni da avversario. E faccia gol.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Vergogna Benevento: Evacuo saluta gli ex tifosi della Nocerina, presidente e tifosi lo cacciano

  1. avatar
    Anonimo 07/10/2013 a 17:08

    Ma che ne sapete , scrivete solo quello che volete . Pulitevi la bocca quando parlate di Benevento

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews