Vasco Rossi si racconta in Sono Innocente, il nuovo album

Vasco Rossi

Una delle cover di Sono Innocente, l’album è disponibile in tre cover differenti

«Sono innocente ma qui qualcuno è sempre pronto a  giudicare qualche incidente di gioventù che ancora mi fa male» inizia così il nuovo album di Vasco Rossi, Sono innocente, il racconto della sua storia in musica. Il racconto della storia di un pezzo di musica italiana.

SONO INNOCENTE, PRIMA PARTE– Sono innocente è la dichiarazione di guerra: chitarre in primo piano, ritmo incisivo. La titletrack è il manifesto dell’interno disco, brani diversi ma stesso sound. In questo modo il disco risulta omogeneo anche se in alcune parti ripetitivo. Duro incontro mantiene il sound e lancia la prima stoccata: prima di criticare gli altri bisogna star bene con se stessi e non è facile. Di Come vorreila prima ballad, abbiamo già parlatoIl mondo che vorrei 2.0. Tra i brani migliori dell’album troviamo Guai il brano più pop, quello più melodico, il classico Vasco. Dopo Lo vedi e Aspettami dove Vasco spazia sull’elettronica arriva uno dei brani migliori dell’album Dannate Nuvolebella, intensa, struggente, vera. Il brano più bello scritto negli ultimi anni da Vasco Rossi. Molto divertente Il blues della chitarra sola sembra divertirsi Vasco e sembrano divertirsi i suoi musicisti, sarà bello ascoltare questo brano live.

Vasco Rossi

Vasco Rossi in un frame del video Come Vorrei (facebook ufficiale Vasco Rossi)

SONO INNOCENTE, SECONDA PARTE – Semplice nel testo ma solida nella tradizione Accidenti come sei bella: «Più ti guardo e mi consolo, sei più bella che in un sogno. Quasi non mi sembra vero, sei la mia metà del cielo». Quante volte va annoverata tra le migliori dell’album, una commovente risposta a Vita Spericolata: «Quante cose son passate ormai, quante cose che non torneranno mai. Quante volte ho pensato nella vita voglio fare quello che mi va, poi le cose mi sfuggivan dalle dita e arrivava la realtà. Io non voglio più vivere solo per fare compagnia». Chiudono l’album il singolo di successo Cambia-mentiRock Star brano strumentale eseguito durante il Live Kom 014L’uomo più semplice e L’ape regina testo di Luca Rossi Schmidt e musica di Vasco Rossi, bello l’arrangiamento «alla Branduardi» un brano sfizioso. L’ultimo brano è Marta piange ancora il vecchio Vasco Rossi, il brano è stato scritto nel 1997 durante la lavorazione dell’album Canzoni per me e si sente.

VASCO IERI, OGGI E DOMANI – All’interno di Sono Innocente si intravede la vita di Vasco Rossi, quella che è stata, quella che è, quella che sarà. C’è Vasco che cerca di andare d’accordo con se stesso, che mostra il suo lato più duro e anche quello più fragile. Ci sono le sue solite domande sulla vita, c’è il bisogno del confronto con il pubblico e quello di stare su un palco. Con Sono innocente, Vasco Rossi, prende di petto i suoi detrattori, accoglie le vecchie sfide, ne accetta di nuove:«Sparatemi ancora così vedremo chi cade, chi perde, chi ruba e chi sorride e c’ha la pelle dura». Sempre pronto a far la guerra, oggi forse con un po’ di saggezza in più.

Voto 8

 


Serena Prati

 @Se_Prati 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews