Vanessa Marzullo terrorista, la bufala che inganna Nicolai Lilin

Vanessa Marzullo terrorista, la bufala condivisa dallo scrittore Nicolai Lilin

Vanessa Marzullo terrorista, la bufala condivisa dallo scrittore Nicolai Lilin

Continua a far discutere il web la liberazione di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, le due giovani cooperanti italiane rapite in Siria nel mese di luglio e liberate il 15 gennaio scorso, al centro di acerbe diatribe per il pagamento del riscatto.

VANESSA MARZULLO COMBATTENTE DELL’ISIS - L’ultima notizia apparsa in rete è stata la presunta affiliazione di Vanessa Marzullo al gruppo terrorista dell’Isis: infatti tra i canali social di Twitter e Facebook è rimbalzata la fotografia di una donna, vagamente somigliante alla giovane cooperante italiana, con in braccio un’arma da fuoco, accompagnata dall’inequivocabile scritta «abbiamo pagato il riscatto all’Isis per prenderci una sua combattente».
La notizia, chiaramente una bufala, di cattivo gusto e diffamatoria ha rialzato il polverone su Vanessa Marzullo e Greta Ramelli e in molti si sono dichiarati scandalizzati da tale immagine, ancor prima di verificare la veridicità della foto e senza accorgersi che la donna immortalata non è la giovane italiana.

CI CASCA ANCHE LO SCRITTORE NICOLAI LILIN - Nella bufala di Vanessa Marzullo terrorista è caduto, o quasi, anche lo scrittore Nicolai Lilin, noto soprattutto per il romanzo Educazione Siberiana, divenuto film nel 2013 per opera di Gabriele Salvatores, che sul suo profilo Facebook ha postato l’immagine della combattente chiedendo ai suoi lettori un aiuto per far luce sulla vicenda. La rincorsa di commenti è stata immediata e molti hanno continuato ad insultare gratuitamente le due giovani donne, altri hanno riconosciuto la bufala e altri si sono indignati nei confronti dello scrittore che ha condiviso la fotografia della presunta Vanessa Marzullo con troppa leggerezza e superficialità; consapevole del suo gesto, quindi, Nicolai Lilin ha postato nella giornata di oggi un’altra fotografia, spiegando come la donna in realtà non sia la cooperante italiana. Inoltre la donna fotografata non è neanche una combattente dell’Isis ma una giovane curda che combatte nel Kurdistan siriano: la fotografia originale, infatti, è in rete da oltre quattro settimane e la donna compare al fianco di altri tre uomini.

È evidente quindi che la foto originale sia stata oggetto di modifiche per far parlare ancora, in modo diffamatorio e superficiale, di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, tornate finalmente a casa ma ancora vittime di commenti e offese gratuite ed inspiegabili. Ma forse da coloro i quali credono ad ogni foto apparsa in rete non ci si può aspettare molto di più…

Alessia Telesca

foto: facebook.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews