Usa, passa l’Obamacare. La riforma sanitaria è costituzionale

NEW YORK – Obama ce l’ha fatta, la riforma sanitaria tanto voluta è costituzionale. Oggi la Corte Suprema degli Stati Uniti, riunitasi per esprimere il proprio giudizio, ha dato il via libera all’Obamacare. In base alla riforma sarà obbligatorio per la maggioranza degli americani avere un’assicurazione sanitaria entro il 2014, onde evitare sanzioni.

Per i giudici, quindi, l’Affordable Care Act è costituzionale e lo è soprattutto il punto che più ha sollevato critiche, ovvero l’individual mandate che costringe gli americani a sottoscrivere un’assicurazione sanitaria entro il 2014. Gli anti-Obamacare avevano puntato il dito proprio contro questa parte della legge sostenendo che violi i diritti e le libertà individuali perché obbliga i cittadini ad acquistare un’assicurazione sanitaria. Secondo la Corte, però, l’individual mandate sarebbe equiparabile a una tassa (paragone mai piaciuto aObama).

Superato quindi uno zoccolo duro che avrebbe potuto seriamente mettere a rischio la corsa di Obama a queste Presidenziali 2012. Una vittoria per il presidente e per tutti i democratici ottenuta grazie al voto del giudice capo, il conservatore John Roberts, che ha votato con i quattro giudici di area liberale. Il processo alla riforma sanitaria era iniziato il 27 marzo scorso per valutare il ricorso presentato da 26 Stati contrari alla legge che portarà all’ampliamento del Medicaid, il programma federale di assistenza sanitaria che tutela i bassi redditi salariali.

Nel frattempo la risposta del candidato repubblicano Mitt Romney alla sentenza non è tardata ad arrivare. «Non sono d’accordo con la sentenza della Corte Suprema», ha detto l’ex governatore del Massachusetts, promettendo di annullare l’Obamacare il primo giorno in cui sarà presidente americano. «La riforma ha aumentato le tasse agli americani di circa 500 miliardi di dollari e, nonostante questo, aggiunge migliaia di miliardi di dollari al debito pubblico americano», ha detto Romeny.

 Valentina Gravina

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews