Un marito di troppo: una commedia nuova? Non troppo…

Un marito di troppo” è la nuova commedia americana giunta nelle nostre sale cinematografiche. “Nuova” si fa per dire. Nelle sale inglesi il film è uscito nell’ormai lontano 2008, mentre negli Stati Uniti nel 2009, con un risultato ai botteghini di poco superiore ai 20 milioni di dollari. Noccioline, se si pensa agli incassi da record che i grandi film americani sono abituati ad ottenere. Forse era proprio quello che ci si aspettava anche da questo film romantico che annovera nel proprio cast attori del calibro di Uma Thurman, Colin Firth e Jeffrey Dean Morgan.

La locandina del film

Emma Lloyd (Uma Thurman) è la conduttrice di un noto programma radiofonico molto seguito dai newyorkesi. La dottoressa Lloyd dispensa consigli amorosi ai suoi fedeli ascoltatori, che si fidano ciecamente delle sue idee in ambito sentimentale. “Il principe azzurro col tempo scolorisce”: è quello che Emma racconta ai microfoni della radio, senza rendersi conto che di lì a poco sarà quello che succederà all’uomo con il quale sta progettando le nozze. Richard (Colin Firth) è l’uomo ideale. È ricco, affascinante e appartiene all’élite di Manhattan.Nella vita dei due giungeranno ben presto degli imprevisti. Un giorno alla radio Emma si trova a consigliare a Sophia, una ragazza in procinto di sposarsi, di ripensare alla sua situazione, spingendola così a lasciare il suo fidanzato Patrick (Jeffrey Dean Morgan). Quest’ultimo rimasto solo e disperato, decide di farla pagare alla dottoressa. Con l’aiuto di un piccolo genio dell’informatica, riesce a falsificare dei documenti statali, facendo risultare la dottoressa Lloyd come sua moglie. Questo farà si che il matrimonio tra Emma e Richard subisca dei notevoli ritardi burocratici e darà a Emma l’occasione di incontrare Patrick, che le stravolgerà la vita, fino a farle capire cos’è quell’amore vero del quale ha sempre parlato e che in fondo non aveva mai capito.

La trama di questa commedia romantica diretta da Griffin Dunne e prodotta tra gli altri dalla stessa Uma Thurman, risulta essere molto scontata. Molte delle scene sono infatti prevedibili da un pubblico attento. Le scene sono ambientate tra la Manhattan dell’alta società newyorkese, della quale fa parte anche la bella Isabella Rossellini impegnata nei panni della signora Bollenbecker e il quartiere del Queens, dove vive Patrick, un vigile del fuoco molto spontaneo e spesso sopra le righe che divide la palazzina in cui abita con una famiglia indiana. Nel film non mancano infatti i richiami ad alcune delle tradizioni indiane, che però non sembrano essere scene adatte a catturare l’attenzione dello spettatore.

Nel complesso la recitazione degli attori resta comunque di ottimo livello. Una Uma Thurman semplicemente inconfondibile e un Colin Firth che si adatta sempre più al ruolo della seconda scelta delle sue donne, accettando, forse troppo di buon grado, le sue sorti.

Le previsioni insomma, non sembrano promettere per il film nel nostro paese quel successo che non è riuscito a meritarsi nemmeno in patria. Sicuramente però, un cast del genere non permetterà alla commedia di passare alla storia come un flop. Riuscirà “Un marito di troppo” a vincere la concorrenza con i cine-panettoni italiani, quest’anno in arrivo con un po’ di anticipo nelle sale cinematografiche?

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews