Ultimo atto verso il mondiale

Stasera si giocheranno i match di ritorno per determinare le ultime sei qualificate al mondiale sudafricano

di Marco Federici

2010_south_africa_official_logo_World_CupQuesta sera si giocheranno le ultime partite di qualificazione al mondiale in Sud Africa previsto per l’estate 2010. Ancora sei posti da assegnare, 4 in Europa,  uno in Africa e uno in Sud America. Le partite di andata  hanno visto prevalere le squadre al massimo di un gol, rendendo i  match di ritorno equilibrati ed avvincenti. In Europa il compito sulla carta più semplice lo affronta la Francia di Domenech che si è imposta per 1-0 in Irlanda grazie ad un gol di Anelka e alla quale stasera basterà gestire il risultato, anche se avranno contro la formazione di Trapattoni un vecchio leone che non si arrende mai. Il Portogallo dovrà difendere l’1-0 siglato da Bruno Alves nella partita di andata a Zenica, contro la Bosnia di Dzeko.

Equilibrio assoluto invece nella gara di andata tra Grecia e Ucraina, stasera la squadra di Shevchenko ha la possibilità di centrare la qualificazione in casa. Infine la Russia di Hiddink dovrà difendere in Slovenia il 2-1 maturato in casa. Il gol di Diego Lugano in Costarica permette all’Uruguay di giocare la partita di ritorno a Montevideo con maggiore serenità, alla ricerca del mondiale che tante volte negli anni passati l’ha visto protagonista.

zidanPartita dai mille significati quella tra Algeria ed Egitto, che si giocherà a Khartum  in Sudan. Dopo il 2-0 dei faraoni sugli algerini nell’ultima partita del girone di qualificazione, le due squadre si sono  ritrovate con identici punti e gol in classifica. Questo ha portato allo spareggio Khartum e purtroppo anche a numerosi scontri tra le due tifoserie. La situazione è poi degenerata con assalti a negozi egiziani ad Algeri e l’attacco del pullman algerino a Il Cairo. I due governi hanno cercato di tranquillizzare una situazione che ha ormai pienamente investito la politica e che rischia di avere sviluppi davvero complicati, con un terzo paese, il Sudan, intrappolato in una disputa che non lo riguarda. Ancora una volta il calcio esce dai propri confini,  incrociandosi con la politica e la storia, la quale ci riporta alla  guerra d’Algeria (1954 -1962) e all’intervento da parte degli egiziani di Nasser che al fianco dei magrebini, per aiutarli ad ottenere l’indipendenza dalla Francia.

La fratellanza tra i due popoli si è poi sgretolata negli anni e oggi una partita di calcio rischia di essere il pretesto per aprire vecchie ferite, quelle dei faraoni che rimpiangono i compatrioti morti in Algeria e quelle degli algerini ai quali da troppi anni si rinfacciano quelle vite.

La storia  è ciò che determina la vita degli uomini, è l’esperienza che permette all’uomo di creare il futuro, imparando dai propri errori e sfruttando le proprie risorse. Una partita di calcio è un evento sportivo, dovrebbe essere l’occasione per  unire tradizioni e culture differenti, in un confronto non solo sportivo ma anche sociale. Purtroppo a volte il confronto si è trasformato in uno scontro, portando il calcio ad assumere una dimensione  al di fuori di quella sportiva.

Le partite  di stasera sono di qualificazione al mondiale, quella splendida manifestazione che unisce colori e tradizioni di tutto il mondo, un evento che va al di là del calcio, che ci permette di conoscere ed apprezzare ciò che è lontano e diverso da noi.

young-soccer-playersLa nostra speranza è che il calcio continui ad essere soltanto quello di un bambino giapponese, che dribblando un bambino svedese, passa la palla ad un bambino cileno, che senza pensarci mette al centro per un bambino congolese  che di testa trafigge l’incolpevole portiere russo. I 100000 bambini d tutto il mondo si alzano in piedi ad applaudire nello stadio coloratissimo e festante di Baghdad.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Ultimo atto verso il mondiale

  1. avatar
    Anonimo 15/12/2009 a 16:35

    Vai a stasera la formazione di calcio

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews