Ucciso Vittorio Arrigoni: strangolato e abbandonato per strada

GAZA – Prime conferme e primi terribili aggiornamenti sulla morte di Vittorio Arrigoni, il blogger-attivista trovato morto pochi minuti fa in una casa all’interno della striscia di Gaza. Il corpo di Arrigoni è stato trovato nell’appartamento di uno dei membri dell’organizzazione di estremisti islamici salafiti che avevano rivendicato il rapimento.

Vittorio Arrigoni (solforoso.com)

La polizia di Hamas, secondo l’influente quotidiano israeliano Haaretz, avrebbe fatto irruzione in un appartamento a Gaza City e sarebbe riuscita ad arrestare quattro uomini e non due, come inizialmente indicato. Il corpo di Vittorio Arrigoni, che era già morto, è stato rinvenuto abbandonato nella strada all’esterno dell’abitazione, con apparenti segni di strangolamento sul collo. A riconoscere Arrigoni nel video di rivendicazione degli estremisti islamici era stato Huwaida Arraf, co-fondatore dell’International Solidarity Movement, di cui Vittorio era parte integrante come attivista. Le autorità di Hamas sono impegnate – sempre secondo quanto riferisce Haaretz – nella ricerca di ulteriori appartenenti al gruppo di salafiti autori del sequestro e dell’omicidio di Arrigoni.

Gli estremisti, nel video rilasciato nel pomeriggio di ieri, avevano dichiarato di appartenere ad una cellula della galassia jihadista filo-Al Qaida denominata “Brigata Mohammed Bin Moslama”, coinvolta già in passato in tentativi di sollevazione anti Hamas. Le loro principali accuse erano di diffusione dei vizi occidentali fra i palestinesi, mentre l’Italia era stata tacciata di inimicizia e di posizioni avverse ai Paesi musulmani.

L’ultimatum per la liberazione di Vittorio Arrigoni, in cambio del rilascio di alcuni estremisti islamici arrestati il mese scorso, sarebbe dovuto scadere nel pomeriggio di venerdì. Non sono ancora chiari i motivi che hanno portato i sequestratori ad uccidere prematuramente Arrigoni, che sembrava presentare gravi segni di sofferenza fisica e respiratoria già al momento delle riprese video del pomeriggio di ieri.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews