Tweet razzista della Questura di Roma contro i rom: è polemica

Tweet-1-razzista - ilfattoquotidiano it

Il tweet incriminato

Roma – Un tweet che ha fatto discutere, quello comparso il pomeriggio di Santo Stefano sull’account della Questura di Roma: «Ho risistemato lo sgabuzzino.. m’è sembrato lo sgombero in un campo nomadi… meno male che sono preparata!!!!!».

LA POLEMICA – Subito è scattata la polemica sul social network: decine di contatti hanno condannato il breve messaggio, con molta probabilità postato per errore da una poliziotta. Molti coloro i quali hanno chiesto spiegazioni ai vertici di San Vitale, accusando di razzismo chi ha twittato quel commento.

LA CORREZIONE – Pochi minuti dopo è arrivata la pronta presa di posizione della Questura in merito alla vicenda, con un tweet sostitutivo postato 9 minuti dopo: «In merito al tweet delle ore 18.20, non postato dalla redazione FB e TW, sono in corso le dovute verifiche e seguiranno provvedimenti». Oggi scatteranno le indagini per scovare il responsabile del post incriminato: «Se si tratta di qualcuno interno alla Questura saranno prese le misure del caso – spiegano dalla Questura -, altrimenti, se si dovesse trattare di una violazione del nostro account, se ne occuperà la polizia postale e partiranno delle denunce».

UN CASO ANCORA APERTO – il post incriminato ha fatto rapidamente il giro del web, alimentando la polemica. Tra i tanti utenti che hanno visionati il post anche il deputato del Pd Dario Ginefra, il quale, questa mattina, ha annunciato la decisione di voler presentare un’interrogazione parlamentare in merito all’accaduto. Ginefra, parla di «una poliziotta o un’impiegata civile» come possibile responsabile del messaggio e spiega: «Nonostante il tweet sia stato rimosso e con uno successivo sia stato annunciato che sarebbero stati presi provvedimenti nei riguarda della persona responsabile del gesto e che questa non farebbe parte della redazione Facebook e Twitter della Questura è nell’interesse della stessa Questura di Roma garantire la massima celerità dell’approfondimento, darne pubblico riscontro e infliggere una sanzione esemplare alla responsabile. Nessuno può usare espressioni xenofobe, tanto più chi rappresenta lo Stato».

Foto homepage: ilfattoquotidiano.it

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews