Turchia: esplosione in un deposito munizioni, morti 25 soldati

ANKARA – Forte esplosione in un deposito di munizioni nella provincia di Ayonkarahisarn, nell’ovest della Turchia. Nell’incidente, riconducibile con tutta probabilità a un errore umano, hanno perso la vita venticinque soldati. Altri quattro avrebbero invece riportato delle ferite, anche se ancora non è chiaro se versino in gravi condizioni.

Intanto l’esercito turco ha avviato un’inchiesta per comprendere le dinamiche dell’incidente, anche se l’ipotesi di una svista da parte degli stessi soldati sembra l’ipotesi più accreditata. Tesi confermata anche dal ministro delle Attività forestali, Veysel Eroglu. «Probabilmente – ha dichiarato il ministro – è saltato tutto in aria per colpa di una granata innescata accidentalmente». «Sono convinto – ha proseguito –  che si tratti di un incidente avvenuto mentre si stavano maneggiando delle granate. Non è stato un sabotaggio». Esclusa così l’ipotesi di un’azione terroristica.

 Altri soldati invece si starebbero occupando di disinnescare altre bombe non esplose all’interno del deposito. È stata proprio la presenza di queste altre bombe a ostacolare il lavoro dei soccorritori giunti sul posto.

L’esplosione inoltre, avvenuta durante la notte, ha scatenato un vasto incendio domato dopo diverse ore. I corpi dei soldati sono stati quindi rivenuti solo nella mattinata. La caserma sorge non molto lontano da un centro abitato, ma fortunatamente non si sono verificate delle conseguenze ancora più tragiche.

Angela Piras 

Foto: repubblica.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews