Trenitalia lascia Metrebus. Le tratte ferroviarie urbane interessate

Dal 1 gennaio 2016 gli abbonamenti Metrebus e i Bit di Atac non saranno più validi per le tratte urbane capitoline di Trenitalia

Roma – Nuovi disagi si presenteranno per i cittadini romani a partire dal 1 gennaio 2016: Trenitalia lascia Metrebus. Dal prossimo anno tutti i biglietti a tempo integrato e gli abbonamenti Metrebus dell’azienda Atac non copriranno le tratte ferroviarie locali gestite da Trenitalia.

TRENITALIA LASCIA METREBUS - Questa importante scissione graverà particolarmente sui lavoratori pendolari, soliti usufruire dell’abbonamento annuale di Atac per viaggiare anche sulle linee ferroviarie che collegano i vari quartieri di Roma e le località periferiche della Capitale, costretti ad acquistare un nuovo biglietto esclusivamente per salire sui convogli di Trenitalia. La disdetta di Trenitalia della convenzione con Metrebus è stata sottoscritta da Vincenzo Soprano, amministratore delegato dell’azienda.

ATAC NON PAGA - Trenitalia lascia Metrebus principalmente perché Atac è insolvente. Secondo quanto dichiarato da Soprano, Atac è in debito con Trenitalia per un valore di 49,5 milioni di euro, cifra esorbitante che ha costretto le Ferrovie italiane a intraprendere azioni legali contro l’azienda di trasporti della Capitale per tentare di riscuotere il credito.

Oltre al debito di grande portata che Atac detiene nei confronti di Trenitalia, le cause della scissione sarebbero da ricondursi anche alla pratica comune dei passeggeri di falsificare e duplicare i titoli di viaggio e alla conseguente impossibilità del personale a bordo di poter effettivamente controllare la validità dei biglietti e degli abbonamenti Metrebus. Anche dal punto di vista gestionale, quindi, il connubio fra Trenitalia e Atac è risultato fallimentare.

La tratta ferroviaria e metropolitana locale di Roma

LE TRATTE INTERESSATE - Dal 1 gennaio 2016, sono ben otto le tratte urbane e locali romane in cui i Bit e gli abbonamenti Metrebus non saranno più validi. Abolito il biglietto Atac sulla Fl1, che collega Orte a Fiumicino, da Fiera di Roma a Settebagni, includendo anche fermate fondamentali per i pendolari come Ostiense, Tiburtina, Trastevere e Tuscolana. I biglietti Atac non saranno più validi anche per la Fl2 per le tratte da Roma a Lunghezza, la Fl3 da Ostiense a Cesano, la Fl4 da Roma Termini a Capannelle, la Fl5 da Termini a Roma Aurelia, la Fl6 da Termini a Colle Mattia, la Fl7 per Minturno e la Fl8 per Nettuno da Termini a Torricola.

ANCORA DISAGI PER I VIAGGIATORI - Stefano Esposito, assessore alla mobilità del comune di Roma, ha attaccato duramente i dirigenti di Atac, definendoli ‘strapagati’ e ‘inadeguati’, ritenendo necessaria la loro espulsione dall’azienda. Intanto, come al solito, le complicazioni che deriveranno dalla fine della convenzione fra Atac e Trenitalia andranno a pesare ancora di più sulle spalle dei pendolari capitolini, costretti addirittura a dover acquistare due biglietti differenti per viaggiare all’interno della propria città. Se Atac non paga, quindi, saranno i suoi viaggiatori a doverlo fare.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews