Trecentomila euro per la salma del grande Mike

La bara di Mike Bongiorno

La bara di Mike Bongiorno

Una cifra altissima per restituire alla famiglia Bongiorno il corpo del compianto presentatore. Lo ha rivelato sulla rivista “Oggi” Giangiavino Sulas, spiegando come i rapinatori abbiano richiesto al figlio del caro Mike trecentomila euro per la salma trafugata dal cimitero di Arona lo scorso 25 gennaio. I malviventi si erano fatti vivi tramite aluni annunci in codice pubblicati su un giornale svizzero.

Le modalità del pagamento del riscatto sarebbero risultate addirittura da far west: il denaro infatti doveva essere gettato da un treno in corsa lo scorso 18 febbraio. Tutto è poi andato in fumo quando l’intermediario della famiglia Bongiorno è stato chiamato direttamente dai profanatori: “L’accordo è saltato, non se ne fa niente“. La trattativa sarebbe poi ripresa, ma la somma richiesta è stata raddoppiata.

Adriano Ferrarato

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews