Tifoso Genoa resta in prognosi riservata: per gli amici è vittima di un pestaggio

Milano - Si è rischiata la tragedia ieri sera a San Siro prima dell’inizio della partita di Coppa Italia tra Inter e Genoa.
Massimo Moro, tifoso rossoblù di 38 anni, è ricoverato in gravi condizioni al Policlinico di Milano in seguito ad una colluttazione con la Polizia durante la quale ha riportato una ferita alla testa. Escluse lesioni ed emorragie, l’uomo resta comunque in prognosi riservata causa alcune complicazioni polmonari, dovute forse all’ingestione del proprio vomito o forse alle lesioni per il colpo procuratosi cadendo.

Moro era infatti molto ubriaco quando ieri sera, con un’altra ventina di tifosi del Genoa, ha raggiunto il Meazza per il match serale contro l’Inter. Dopo aver rifiutato di farsi identificare, è stato portato al posto di polizia all’interno di San Siro dove ha continuato a dare in escandescenze e ad aggredire gli agenti. Ne è nata una colluttazione, il tifoso e un agente sono caduti entrambi a terra. Moro ha sbattuto la testa contro la porta dell’ufficio e si è tagliato sulla fronte.

“Il tifoso era oggettivamente fuori controllo” fa sapere la Digos attraverso un comunicato stampa, col quale conferma inoltre la versione dei fatti secondo la quale Moro si sarebbe notevolmente agitato una volta fermato dalla polizia per un controllo e cercando di divincolarsi è finito per terra, battendo la testa.

Il cognato, allo stadio con lui e due amici, aveva ipotizzato che qualche sostanza usata dagli agenti per sedare Moro gli avesse procurato una reazione allergica (in realtà è stato il vomito a causare le complicazioni polmonari), mentre altri tifosi hanno parlato di un «pestaggio» da parte degli agenti. Moro, non conosciuto come un abituale frequentatore della curva genoana, ha numerosi precedenti per possesso di stupefacenti e sono ancora in corso gli esami tossicologici che stabiliranno se avesse anche giovedì assunto droghe.

foto: www.genova24.it e www.canalegenoa.it

Davide Lopez

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews