Tibet, ex monaco buddista si immola dandosi fuoco

Pechino- Un altro ex monaco buddista del monastero di Karma a Khamar, nella prefettura di Chamdo, si è dato fuoco ieri per protestare contro l’occupazione del Tibet da parte del governo di Pechino. Ad annunciarlo sono i gruppi che si battono per la liberazione della regione.

L’uomo, Tenzin Phuntsog, 46 anni, si è immolato nei pressi del monastero a cui apparteneva prima di uscirne, urlando slogan in favore della liberazione del Tibet. L’uomo è sopravvissuto, anche se non si conoscono le sue condizioni attuali. La polizia si è recata subito sul posto e, dopo aver spento le fiamme, lo ha portato in ospedale, tenendolo sotto stretta sorveglianza.

In un anno è il dodicesimo uomo che si dà fuoco, tra monaci, monache e civili che, nel corso del 2011, si sono immolati per la liberazione del Tibet. Secondo alcune testimonianze, oltre alla situazione generale del Tibet, alla base del gesto, ci sarebbe anche la recente mossa delle autorità cinesi che hanno messo sotto assedio il monastero di Karma, arrestando molti monaci. Infatti, a Khamar lo scorso 26 ottobre, fu fatto esplodere un ordigno contro un ufficio governativo, fortunatamente senza vittime.

La polizia ha messo la città sotto controllo, stringendo d’assedio proprio  il monastero di Karma, luogo dove si pensava fosse partito l’attacco. Phuntsog, dunque, era molto scosso da questa storia  (assedio del monastero e arresto dei monaci), tanto da averne discusso lungamente anche in pubblico.

Redazione

Foto via tmnews.itblogs.dotnethell.it;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews