Thylmann vende l’impero del porno

Fabian-Thylmann-youporn

Una delle rare foto di Fabian Thylmann (piacenzanight.com)

Il mondo del porno online sta per cambiare radicalmente: il manager tedesco Fabian Thylmann, proprietario di Manwin Germany GmbH, la società di Amburgo che gestisce i siti porno online più celebri e frequentati del mondo (YouPorn, Pornhub, Tube8, MyDirtyHobby, oltre a Brazzers, RedTube, ExtremeTube, KeezMovies, Playboy Plus, Digital Playground, Reality Kings e molti altri) avrebbe deciso di cedere la sue quote di partecipazioni della società.

Come riferisce la rivista americana di settore Xbiz, venuta in possesso di una lettera scritta da Fabian Thylmann e dalla moglie ai suoi collaboratori, il 35enne Thylmann avrebbe ceduto le sue partecipazioni a un «gruppo di top manager». Il blogger Mike South sostiene che i compratori sarebbero Feras Antoon e David Tassilo, due manager della sede di Manwin a Montréal, in Canada.

Xbiz.com ha inoltre pubblicato una mail indirizzata da Thylmann ai dipendenti dove scrive: «E’ una delle decisioni più difficili della nostra vita, per me e per mia moglie Inka». Il magnate tedesco scrive che questa «è la cosa migliore da fare. Si io che la Manwin siamo in una fase in cui non posso più aggiungere un valore significativo al meglio delle mie capacità. Spero di aver insegnato a tutti voi la gestione dei valori giusti per essere in grado di continuare nel miglior modo possibile e non vedo l’ora di seguire lo sviluppo». Il prezzo di vendita della Mainwins, società con sede in Lussemburgo e uffici in California, a Montreal, a Londra, a Dublino, ad Amburgo e a Nicosia si vocifera, potrebbe essere superiore ai 100 milioni di dollari, circa 73 milioni di euro.

La cessione della società da parte di Thylmann deve ancora essere confermata ufficialmente, ma molti hanno già avanzato ipotesi sui reali motivi della cessione. In particolare, il portale tecnologico tedesco Golem ritiene che possa trattarsi di una mossa per sfuggire agli inquirenti che indagano su di lui. Thylmann era infatti stato accusato, nel dicembre scorso, di evasione fiscale in Germania. Finito agli arresti era stato rilasciato a fine dicembre dopo il pagamento di una cauzione milionaria. Tornato in Belgio, dove risiede, Thylmann è ora in attesa che le procure tedesche concludano le loro indagini e formulino l’accusa.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews