The Walking Dead, la quarta stagione su Fox dal 14 ottobre

the walking dead - cdn.blogosfere.itCome ormai tradizione vuole, i fan di The Walking Dead non dovranno aspettare molto per vedere la nuova stagione. Fox - il canale 111 di Sky – ha programmato la messa in onda del primo episodio per il 14 ottobre, a un giorno esatto di distanza rispetto alla AMC, la rete americana che lo produce.

La quarta stagione che sarà composta da 16 episodi, divisi come sempre in due tranche, vede per prima cosa l’ennesimo cambio al vertice. Dopo Frank Darabont, anche Glen Mazzara ha dato addio al ruolo di showrunner, causa una divergenza di opinioni su come la storyline dovesse proseguire, ed è subentrato Scott Glimple, già all’interno dell’entourage della serie. Inoltre, sembra che la produzione abbia scelto di tornare alle origini.

Dopo una terza serie in cui la lotta agli zombie si è limitata a qualche piccola incursione, privilegiando una narrazione incentrata sui rapporti tra i personaggi e con un cattivo “umano” – il governatore – a fare da fulcro, il gruppo di superstiti si ritroverà a combattere di nuovo e con più continuità contro i walkers. Più azione quindi per la nuova stagione e soprattutto nuove minacce all’orizzonte. Minacce che non è ancora chiaro come catalogare, perché nessuno nella produzione ha voluto sbottonarsi, limitandosi a parlare di un colpo di scena che non ci si aspetta.

Abbiamo lasciato Rick Grimes - interpretato da Andrew Lincoln - e gli altri in una situazione di calma apparente, dopo la lotta contro la cittadina di Woodbury, la fuga del governatore e l’accoglimento dei pochi superstiti all’interno della prigione. Rick, in particolare, pare aver superato lo shock per la morte della moglie Lori e aver detto addio alle allucinazioni che lo tormentavano, ma allo stesso tempo si trova a fare i conti con altre problematiche psicologiche. La più importante riuscire a metabolizzare il fatto che il figlio Carl ha ucciso a sangue freddo un ragazzo, abbandonando a tutti gli effetti la sfera dell’adolescenza e proiettandosi nella maturità con il più crudele dei riti di passaggio.

the walking dead zombie - wp.streetwise.coPare evidente la volontà di dare più risalto all’aspetto orrorifico, con un inizio al cardiopalma in cui gli zombie sembrano riuscire a infrangere i limiti, fino a ora invalicabili della prigione. Sarà poi anche interessante, visti i precedenti sadico-psicotici, scoprire che ruolo avrà in questa stagione il personaggio del governatore, figura che per scelte pubblicitarie ben precise non è apparsa nel materiale prodotto dalla AMC, ma la cui presenza è confermata dall’inserimento di David Morrisey nel gruppo degli attori principali.

La grande forza di questo telefilm è data dalla scelta di indagare su cosa può succedere a persone normali una volta che questi sono catapultati in situazioni limite, in cui l’unica legge vigente è quella del più forte. Si innescano dei meccanismi particolari, dati dal fatto che i personaggi non hanno più nulla da perdere. Gli zombie, seppur terrificanti e di puro impatto visivo, possono infatti poco a livello emotivo di fronte all’orrore che può generare un semplice uomo, in cui ci si può facilmente identificare, una volta che la vita lo mette nella condizione di scegliere tra gli imperativi morali e la sua stessa vita.

In questi momenti, quando l’attesa ormai è agli sgoccioli e si potrebbe fare qualsiasi cosa per uno spoiler è ancora più difficile accettare il fatto che il telefilm, seppur rispettandone a grandi linee la trama, si sia distanziato enormemente dal fumetto da cui è tratto. Si potrebbe finire quasi per odiare Robert Kirkman per aver permesso questi cambiamenti e averci tolto il gusto di sfogliare i suoi albi per saper in anteprima cosa succederà. Con l’amaro in bocca, non ci rimane, quindi, che attendere pazientemente il 14 ottobre per farci ancora una volta trasportare nello mondo post apocalittico di The walking dead.

Elisabetta Tirabassi


Foto: wp.streetwise.co; cdn.blogosfere.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews