Terremoto in Emilia: arrivano i soccorsi anche per gli animali

Immagini dalle zone teremotate (economia.tuttogratis.it)

Nei difficili giorni successivi al secondo terremoto che ha colpito le province emiliane molte sono le forze di soccorso mobilitatesi per portare aiuto alla popolazione, ma una riguarda in specifico chi – davanti al dramma umano – rischia forse di essere dimenticato: i nostri amici animali. Arriva dall’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) la notizia della partenza verso i luoghi del sisma di  Isotta, il mezzo di soccorso veterinario per le gravi emergenze.

Marco Bravi, responsabile del Servizio Nazionale Guardie Zoofile Enpa, ha fatto sapere che si tratterà di un’azione tesa ad aiutare, sotto il profilo fisico ma anche ‘psicologico’ (gli animali soffrono dei traumi  quanto e a volte più degli uomini), le bestiole rimaste ferite o senza una casa: alla volta dell’Emilia partiranno  infatti medici veterinari, insieme a esperti comportamentisti.

Padrone di casa e incaricate di coordinare i vari presidi locali saranno le Guardie Zoofile del nucleo di Bologna, già attivatesi sul territorio fin dalle prime ore successive al terremoto, e grazie al massiccio aiuto venuto dai volontari – pubblici e privati – importanti interventi a sostegno degli animali e dei loro padroni si sono resi possibili. Tra questi la distribuzione tra gli sfollati di cibo per i loro animali, generosamente messo a disposizione da una delle più note case produttrici del settore, e con l’arrivo di Isotta giungeranno trasportini per il recupero e cucce per allestire dei rifugi mobili.

A chi potrà sembrare superfluo spendere soldi ed energie per soccorrere le bestiole, mentre tante persone sono costrette a dormire nelle tendopoli, potranno servire le parole della presidente dell’Enpa, Carla Rocchi, la quale ha sottolineato l’importanza  – per molta della gente colpita dall’evento – di avere accanto il proprio animale domestico «parte integrante del nucleo famigliare, che con il suo affetto e calore incondizionato può aiutare a lenire un po’ il lacerante dolore con cui sono costretti a convivere quotidianamente».

L’Enpa assicura un aggiornamento della ‘missione’ sulla propria home page www.enpa.it .

Laura Dabbene

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews