Tatuaggi: una moda che dura da oltre 5 mila anni

tatuaggi

I tatuaggi hanno caratterizzato diverse epoche storiche, e di frequente sono stati osteggiati (ilrestodelcarlino.it)

Colorati, spesso nascosti o ancora esibiti con orgoglio da chi li porta, i tatuaggi hanno una storia millenaria che ha attraversato secoli e numerose tradizioni. La parola tatuaggio deriva da “tattow”, ed è stata trascritta per la prima volta dal Capitano inglese James Cook, una volta arrivato a Tahiti, sul finire del 1700. La denominazione ricalca esattamente il rumore prodotto dal picchiettare del legno sull’ago all’atto di incidere la pelle.

Al di là del nome, le prime testimonianze che si hanno sui tatuaggi sono molto più antiche e riguardano le mummie preistoriche e altre risalenti all’antico Egitto. I tattoo hanno infatti una storia unica e lunghissima che dura da oltre 5 mila anni.

Sono stati simbolo di purezza e vicinanza alle divinità, sono stati vietati per motivi religiosi, e in seguito riscoperti come espressioni di rabbia e ribellione. In alcune culture hanno costituito inoltre il marchio di minoranze etniche, marinai, veterani di guerra, malavitosi e carcerati.

Dopo la crisi di cui sono stati protagonisti negli anni Novanta, i tatuaggi vivono ora un momento di grande rinascita, grazie anche alle innovazioni dei macchinari impiegati per realizzarli. Alla loro origine l’esperienza del dolore, oggi rifiutata, era fondamentale: la sofferenza provata tatuandosi avvicinava l’individuo alla morte, e quindi la sopportazione diventava una forma di esorcizzazione. I tatuaggi sono poi amati da persone di ogni tipo di estrazione sociale, dai personaggi famosi a gente comune.

Al giorno d’oggi le tipologie di tattoo si sono moltiplicate, avvicinandosi sempre più all’arte e alla moda, come dimostrano l’eye-ball tatto, l’hennè, l’UV Tattoo e il va-ttoing, per citarne solo alcuni. Segni indelebili per ricordare avvenimenti che non si vuole dimenticare, ma anzi imprimere in maniera indelebile sul proprio corpo. Rispetto al passato ormai i tatuaggi hanno perso anche gran parte di quell’aura di pregiudizio che si portavano dietro, tanto da avere persino fiere e convention dedicate.

I tatuaggi ricordano spesso importanti momenti della vita: un evento felice o anche una malattia (antiwarsongs.org)

Alcuni sostengono che i tatuaggi abbiano perso oggi il loro valore intrinseco e significato. Ciò non è sempre condivisibile, poichè molti  richiamano ancora, intenzionalmente o meno, alla tradizione. È il caso della farfalla, uno dei soggetti più richiesti in particolare dalle donne, costituisce il simbolo dell’evoluzione e della realizzazione per eccellenza. Oltre a questo ha anche vari significati nascosti, a seconda delle diverse parti del corpo su cui viene realizzata. Sulla spalla per esempio tende a indicare uno spirito da sognatrice, sul petto invece simboleggia un amore incondizionato. Le donne scelgono in maniera inconsapevole il punto corrispondete al chakra che più le influenza.

Altro esempio sono i fiori di ciliegio, anch’essi di origine orientale. I giapponesi identificano questi fiori, chiamati sakura, come simbolo di vita. La loro breve durata rappresenta il ciclo della vita, fragile e bellissima, ricordando di vivere il presente onorando al meglio ogni istante. Spesso viene realizzato per ricordare un amore perduto o anche una “rinascita” dopo la malattia.

In Cina il significato varia leggermente: qui i ciliegi sono simbolo dell’amore e di libertà sessuale, tatuati il più delle volte con altri simboli per rafforzarne il valore. Nella cultura buddista i fiori di ciliegio sono uno dei simboli più importanti e rappresentano il percorso che porta all’illuminazione. Richiamano l’idea di saggezza, oltre a ricordare , come in Giappone, la fugacità della vita e delle cose materiali.

Dalle croci ai teschi, passando per le diverse specie animali e draghi, sono moltissimi i soggetti che possono essere impressi nella pelle, senza dimenticare scritte e semplici iniziali. Quasi tutti di origine antica, i tatuaggi nascondono spesso significati che possono coincidere con gli aspetti più profondi della nostra natura.

Chiara Zanchetta
@ZanchettaC

Foto: yourself.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews