Tango Libre di Frédéric Fonteyne approda al cinema il 23 gennaio

Locandina del film

Locandina del film

Dopo essere stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia del 2012, dove si è aggiudicato il Premio Orizzonti, arriva finalmente nelle sale italiane, precisamente il 23 gennaio 2014, Tango Libre l’ultimo lavoro del regista Frédéric Fonteyne.

LA STORIA - La pellicola, dai toni drammatici e carnali, si concentra sulla vita della guardia carceraria JC (Francois Damiens), uomo pacato e dedito al lavoro, appassionato di tango.Una volta alla settimana l’uomo si lascia trascinare dai passi decisi della danza e, tra le pareti della sala da ballo, incontra Alice (Anne Paulicevich), bellissima e raggiante donna. Grazie ad un inaspettato colpo del destino, JC rincontra Alice il giorno dopo però, questa volta, in prigione, dove la donna sta facendo visita a due detenuti, che si scoprono essere il marito e l’amante. L’uomo, affascinato da questa doppia vita di Alice, inizia ad avvicinarsene pericolosamente, rischiando di rompere tutti gli schemi e le barriere costruitesi in anni di normalità.

L’UNIVERSO FEMMINILE - È il terzo lavoro che il regista belga Frédéric Fonteyne dedica al mondo e al fascino femminile, dipingendo donne dallo sguardo perennemente misterioso. Nei suoi lavori precedenti Una relazione privata e La donna di Gilles, in particolar modo in quest’ultimo, l’universo della donna è il centro attorno cui ruotano le vite e i movimenti di tutti gli altri protagonisti. L’amore, la carnalità e, a volte, la morbosità, sono ritratti come caratteri fondamentali dell’universo femminile e, in Tango Libre, tutto questo è coadiuvato dal tango, danza passionale per eccelenza.

IN SALA IL 23 GENNAIO - Il 23 gennaio quindi Tango Libre approderà nelle sale cinematografiche italiane, con un colpevole ritardo rispetto alla presentazione di Venezia. Nella stessa data sarà possibile trovare al cinema altre attese pellicole come The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese, I, Frankenstein di Stuart Beattle, Last Vegas di Jon Turteltaub, Tutta colpa di Freud di Paolo Genovese, Red Krokodil di Domiziano Cristopharo e For no good reason di Charlie Paul.

Alessia Telesca

foto: hnmovies.co

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews