Taglio Irpef: oggi il CdM finalmente lo approva

Irpef

Matteo Renzi (video.repubblica.it)

#ORAICS IN DIRETTA DA PALAZZO CHIGI LA CONFERENZA STAMPA DI MATTEO RENZI

Il Consiglio dei ministri previsto per oggi approverà il tanto atteso taglio all’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) sui redditi medi e bassi. Due giorni fa Renzi ha scritto su Twitter – il suo mezzo di comunicazione preferito – questo tweet: «Dicevano che era una televendita. Poi che non c’erano le coperture. Poi le coperture sì, ma non quelle. #Amicigufi ma aspettare venerdì no?». Il 9 aprile, sempre sul noto social network, scrisse: «Il #def mantiene tutti gli impegni che ci eravamo presi #allafacciadeigufi Inizia a pagare chi non ha mai pagato. Si #CambiaVerso #80euro». Ma cosa prevede il provvedimento di oggi?

LO SCONTO - Il segretario del Partito Democratico ha detto di voler applicare uno scontro di 6,7 miliardi circa nel 2014 a tutti i lavoratori che guadagnano fino ad un massimo di 25.000 euro annui. Nel 2015, talo sconto dovrebbe salire a dieci miliardi. Rimane il dubbio, però, se verrà fatto qualcosa anche per chi guadagna così poco da non dover pagare l’Irpef.

TAGLI AGLI SPRECHI - La tanto annunciata e citata spending review, secondo le anticipazioni, porterà alle casse dello Stato 4,5 miliardi di euro. È previsto un tetto allo stipendio dei menager pubblici di circa 239mila euro lordi all’anno. Cioè quanto guadagna il Capo dello Stato. Inoltre, una parte dello stipendio sarà legata all’andamento del paese. L’8 aprile il presidente del Consiglio aveva annunciato: «Il 10 per cento della retribuzione la si prenderà solo se il paese va bene come le stock options nelle aziende. Non è possibile che un manager prenda un premio massimo se il paese va a rotoli. Da adesso inizia a pagare chi non ha mai pagato, è un’operazione di giustizia sociale». Anche la sanità, che inizialmente doveva restare fuori da questo provvedimento, subirà un taglio di 2,37 miliardi circa in due anni.

UNA SCELTA IMPORTANTE - Durante la giornata di ieri, ha fatto molto discutere la decisione dell’esecutivo di scrivere direttamente alla Commissione europea in modo da giustificarsi per lo slittamento del pareggio di bilancio al 2016.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: video.repubblica.it; freenewsonline.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Taglio Irpef: oggi il CdM finalmente lo approva

  1. avatar
    Investing asymmetric returns 21/01/2020 a 05:59

    Thank you a lot for sharing this with all folks you really realize what you’re speaking approximately!
    Bookmarked. Please also discuss with my web site =). We could have a link trade agreement
    among us

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews