Superbike, Portimao: la Yamaha lascia col botto; doppietta Melandri-Laverty

Carlo Checa manca il podio in gara2 (motorcyclenews.com)

Portimao – La superbike chiude i battenti nel segno della Yamaha, qui alla sua gara prima del ritiro dal mondo della Wsbk in forma ufficiale. Marco Melandri è l’ultimo vincitore della stagione. L’italiano ha battuto in un finale di gara straordinario  proprio il compagno di squadra Laverty, che, il prossimo anno, salirà in sella ad un’Aprilia. Terzo posto per la Castrol Honda di Johnny Rea.

LA GARA –  Sono ancora una volta Rea e Melandri ad avere la meglio allo spegnimento del semaforo. Scatta di nuovo molto bene anche Max Biaggi, che recupera 6 posizioni rispetto alla casella di partenza.

Il primo giro non è ancora concluso che gli animi si infiammano grazie a Eugene Laverty, che salta in sequenza l’ancora per poco team-mate Melandri e Rea, portandosi al comando. La gara è molto lunga  ma Melandri teme evidentemente l’allungo del compagno di squadra e salta Rea. Il ravennate è scatenato: dopo un lungo, recupera in fretta la posizione ma finisce con l’accusare un certo ritardo da Laverty.

Più affaticato rispetto a gara1 Max Biaggi, nono alle spalle di Lascorz dopo 4 giri dallo start.

E’ straordinario come, alla loro ultima gara ufficiale in superbike, le Yamaha stiano tenendo in scacco tutte le altre moto in pista: potrebbe profilarsi all’orizzonte persino una doppietta, anche se Rea e Checa sono ancora troppo vicini per essere esclusi dai papabili vincitori.

Con 9 giri ancora da percorrere, tutto è ancora da decidere. Nel frattempo, mettono in pista un buon ritmo anche le Aprilia, ormai troppo attardate però per sperare nel podio.

I primi 3 continuano a studiarsi, senza mai tentare l’affondo definitivo. La prima scossa arriva a 4 giri dalla conclusione col sorpasso di Melandri, che conquista la testa momentanea della corsa. Il ravennate non ne ha abbastanza da scappare ma è parzialmente aiutato dalla barre tra Rea e Laverty, lotta che gli consente di capitalizzare un vantaggio di circa 8 decimi.

Alle loro spalle, è carena contro carena anche tra le Ducati di Checa e Guintoli, grande protagonista della prima manche. Il francese prova ripetutamente l’assalto ma un errore lo costringe a rinunciare al quarto posto del campione del mondo. Nel frattempo, Laverty ha la meglio su Rea, regalando l’ultima storica doppietta a Yamaha.

Prossimo appuntamento con la stagione 2012.

Foto homepage via: motorcyclenews.com

La classifica ufficiale di gara2:

01- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – 22 giri in 38’11.326
02- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 1.075
03- Jonathan Rea – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.363
04- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 2.648
05- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 3.355
06- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 4.709
07- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 6.514
08- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 14.441
09- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 19.128
10- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 25.527
11- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 26.400
12- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – + 26.646
13- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 26.963
14- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 30.029
15- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 30.951
16- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 31.057
17- Karl Muggeridge – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 57.941
18- Josh Waters – Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – + 58.577
19- Javier Fores – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 1’04.011
20- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1’04.397

 

 

Mara Guarino

Foto homepage via: motorcyclenews.com

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews