Superbike, Phillip Island: è già duello tra Biaggi e Checa

Max Biaggi (bikersposrtnews.com)

Phillip Island – La Wsbk torna in pista dopo la tragedia che, ieri pomeriggio, ha portato alla cancellazione della superpole. E lo fa con due gare spettacolari, capaci di preannunciare quello che potrebbe essere il filo rosso dell’intera stagione, la bagarre tra Carlos Checa e Max Biaggi nella conquista del titolo mondiale. Complice la caduta dello spagnolo in gara1, è il Corsaro a lasciare l’Australia in vetta alla classifica piloti con un bottino quasi pieno di ben 45 punti; nella seconda manche, tuttavia, è proprio il campione del mondo a rifarsi, agguantando la vittoria.

Da segnalare anche l’ottimo secondo posto di Marco Melandri. Il ravennate porta la BMW sul podio al suo debutto  sulla moto tedesca ma non riesce a ripetersi nel pomeriggio, quando chiude sesto, alle spalle dello stoico compagno di squadra Leon Haslam, in sella malgrado la fresca frattura alla caviglia.

GARA1 –  Vince Max Biaggi con oltre 7 secondi di vantaggio su Marco Melandri, secondo a precedere il francese Sylvain Guintoli.  Vera chiave di volta della gara è però la caduta di Carlos Checa: il pilota Ducati era infatti in testa alla corsa, quando è uscito di scena in seguito a un high-side. Il probabile duello con Biaggi, l’unico capace di tener davvero testa al suo ritmo nelle primissime fasi della corsa, si trasforma così in una solitaria del romano, che, lasciatosi alle spalle le sfortune dello scorso anno, inaugura dunque nel migliore dei modi la stagione 2012. Con la caduta di Checa, le emozioni si concentrano tutte sulla battaglia per i gradini più bassi del podio: a guadagnare la seconda piazza sarà appunto Melandri, autore di una grande rimonta. A seguito della sospensione della superpole, l’ex MotoGP si era infatti trovato a occupare la tredicesima casella sulla griglia di partenza.

Carlos Checa (sportitalia.com)

Ottima prova anche per Tom Sykes, come spesso accade protagonista in partenza e, poi, quarto sotto la bandiera a scacchi. Sul fronte italiani, da registrare anche il sesto posto di Michel Fabrizio e la nona piazza del sorprendente Davide Giugliano.

GARA2- La seconda manche è segnata dal ritorno in scena della Ducati campione del mondo: Carlos Checa riscatta infatti la deludente caduta di gara1 con una vittoria di forza. Vero protagonista della corsa è tuttavia, ancora una volta, Max Biaggi, autore di una strepitosa rimonta a suon di giri veloci dopo un contatto in partenza. Difficile prevedere cosa sarebbe accaduto senza quei primi giri tutti in salita. Regala grandi emozioni, soprattutto nel finale, anche il duello per il terzo posto: a contendersi il piazzamento sono Tom Sykes, che avrà la meglio, e Jonathan  Rea, ottimo quarto. Notevole anche la quinta piazza di Leon Haslam che, malgrado la caviglia dolorante, riesce a far meglio del team-mate Melandri, sesto e a circa 6 decimi di distacco dal compagno di avventure in BMW. Sulla prestazione del ravennate potrebbero di fatto aver influito i problemi di chattering già ampiamente lamentati in occasione delle prove ufficiali di inizio settimana.

Uscito di scena Fabrizio e complice un piccolo errore nel finale di Davide Giugliano, l’unico altro italiano in top-ten al termine di gara2 è Niccolò Canepa.

Prossimo appuntamento con il mondiale Wsbk ad aprile, a Imola.

Mara Guarino

Foto homepage via: heraldsun.com.au

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews