Superbike, Aragon, gara2: è rivincita per Melandri; Biaggi quarto

Quarto posto per Max Biaggi (bikersnews.it)

Alcañiz, Spagna – Raddoppiano le emozioni in gara2: il duello tra Biaggi e Melandri si trasforma in una spettacolare battaglia a quattro, dall’esito incerto sino all’ultima frenata. Il caldo non permette di replicare le prestazioni assolute del mattino e il ritmo più lento favorisce l’inserimento di altre due Aprilia, quelle di Laverty e Davies. In questo tripudio di moto italiane ad avere la meglio sotto la bandiera a scacchi è però la BMW di Marco Melandri, che riduce con questa vittoria il suo distacco in classifica da Biaggi, oggi quarto. Il Corsaro è comunque stabile in vetta ma l’imprevedibilità delle gare delle derivate di serie non permette di abbassare mai la guardia. Dopo il successo di gara1 il bilancio della trasferta spagnola è comunque più che positivo.

LA GARA – La partenza di gara2 è subito a vantaggio della coppia Aprilia, capitanata da Laverty. Segue il duo BMW, con Melandri abile a sbarazzarsi prontamente prima di Sykes e poi del compagno di squadra Haslam. Attardato Carlos Checa, che naviga a centro classifica.

L’avvio della corsa è piuttosto tranquillo: il terzetto di testa impiega poche tornate per staccare gli inseguitori. Biaggi prova a impensierire il team-mate che resiste e mantiene il comando. Alle loro spalle, Melandri si limita ad assistere allo scontro. Nel frattempo, si mette in luce Chaz Davies, pronto a punzecchiare Haslam.

Chaz Davies (infullgear.com)

Dopo 4 giri dall’avvio, Biaggi infila Laverty. Melandri copia immediatamente la mossa. Per il ravennate è importante non doversi ritrovare nella posizione della prima manche, quando la necessità di recuperare il piccolo strappo creatosi lo ha portato a stressare particolarmente le gomme.

Il Corsaro detta il rimo. Per il momento sia Melandri sia Laverty paiono reggere ma la distanza da percorrere è ancora lunga. Anzi, Eugene si riporta presto davanti a Marco. Spetta a lui il compito di controllare il compagno di squadra. Dietro di loro, invece, Haslam commette un errore che permette a Chaz Davies di conquistare una quarta piazza solitaria.

Con 11 giri ancora da percorrere, Laverty rimette le ruote davanti all’Aprilia numero 3. Mentre Sykes, Checa e Haslam sono in bagarre per la quinta posizione, Melandri sorpassa Biaggi. In effetti, Laverty minaccia di scappare. Il tentativo di fuga pare vano. Particolarmente interessanti in questa fase sono i tempi di Davies, che giro dopo giro lima qualche decimo al terzetto di testa.

A 6 giri dalla conclusione, Melandri attacca Laverty e conquista la leadership di testa. Qualche curva dopo, Biaggi fa lo stesso così da impedire al ravennate di guadagnare quei pochi metri che potrebbero aiutarlo a tirare il fiato. Il dritto favorisce Biaggi ma la staccata con cui Melandri prova a rifarsi sotto permette l’inserimento di Laverty e Davies. Ora, sono proprio i due italiani a occupare il fondo al poker di testa.

I giri finali promettono scintille. Laverty sbaglia e fa dei grandi numeri per restare comunque a capitanare il gruppo. Melandri e Davies lottano per la seconda posizione mentre Biaggi controlla dal quarto posto. L’italiano della BMW punta alla vittoria ma il suo primo tentativo di scavalcare Laverty è infruttuoso e rischia quasi di favorire Davies. Poche curve dopo, si ripete con successo. Anche Biaggi e Davies sono “ingarellati”. Lo scenario può cambiare a ogni staccata ma, nel finale, Melandri tira fuori qualcosa in più: Marco precede Laverty. Davies ha la meglio su Biaggi e conquista un meritatissimo podio.

Prossimo appuntamento il 22 luglio a Brno.

La classifica ufficiale di gara2:

01- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 20 giri in 39’59.200
02- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.042
03- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.446
04- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.484
05- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 6.611
06- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 7.491
07- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 9.325
08- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 10.444
09- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 10.828
10- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – + 10.925
11- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 21.955
12- Maxime Berger – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 22.046
13- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 22.486
14- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 42.801
15- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 49.144
16- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 50.961
17- Niccolò Canepa – Red Devils Roma – Ducati 1198 – + 1’00.863
18- Leandro Mercado – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1’14.149
19- Norino Brignola – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR – + 1’53.388
20- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro

 

Mara Guarino

Foto homepage via: blog.motorcycle.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews