Subsonica, una nave in una foresta fatta di suoni

Subsonica, una nave in una foresta

La cover di Una nave in una foresta

I dieci brani del nuovo disco dei Subsonica, Una nave in una foresta, sono un rapido volo sulla carriera della band torinese. Il gruppo si riunisce dopo tre anni, tre anni in cui ogni componente ha seguito strade diverse: Max Casacci ha lavorato come produttore con i De Producers, Samuel ha collaborato con i Motel Connection mentre Boosta, oltre a lavorare come conduttore televisivo, ha scritto un libro per bambini. Ma il richiamo alle origini è tanto forte quanto necessario.

UN DISCO NATO DA UN’ESIGENZA –
Recensire questo nuovo album dei Subsonica è davvero un’impresa ardua. L’album è pieno di pregi e difetti, di lati positivi e lati negativi che si contrappongono annullandosi l’uno con l’altro. Quel che traspare dai primi ascolti è il desiderio di comunicare. Si avverte l’urgenza con cui i brani sono stati composti. Questo è sicuramente un bene, avere tra le mani un album scritto con l’unico obiettivo di comunicare qualcosa è merce rara. Certo, però, se l’urgenza non è ben incanalata l’album viene ‘invaso’ da tantissimi stili e suoni differenti. È quello che accade in Una nave dentro una foresta. Non c’è un filo conduttore, non c’è nessuna meta da raggiungere. Sembra che tutte le idee accumulate in questi tre anni siano finite dentro questo disco nel modo migliore in cui potevano farlo.

ABBATTERE LE BARRIERE MUSICALI –  È anche vero, però, che proprio questa compresenza di diversi generi e diversi stili rende l’album interessante, capace di abbattere le barriere musicali, di catturare l’attenzione sonora da più punti di vista. Chiunque, con i propri dubbi e le proprie insicurezze e paure, può salire a bordo della nave da cui si propagano i suoni. La title track cattura il senso dell’udito e quello dell’immaginazione. Il suono si prende il proprio spazio. Tra le labbra è una vera e propria fusione di suoni come anche Specchio, un bel mix tra disco e funk. Lazzaro potrebbe essere l’inno ufficiale di questi tempi, una spinta a non mollare a continuare nel cammino, ad alzarsi e a rialzarsi, sempre e comunque. Tra i brani migliori I cerchi degli alberi, una canzone elettronica, definita. Buona anche Di domenica, una ballad in equilibrio tra elettronica e pop. Licantropia porta impresso in ogni suono il marchio Subsonica.

Subsonica, Una nave in una foresta

Michelangelo Pistoletto, disegno de Il Terzo Paradiso

IL TERZO PARADISO – Menzione speciale per Il Terzo Paradiso perché è l’elemento di novità. Il brano è in collaborazione con Michelangelo Pistoletto, artista concettuale. Il Terzo Paradiso è innanzitutto il titolo di una sua istallazione. L’opera è stata scelta per il Palazzo del consiglio di Bruxelles perché simbolo di mediazione. Tre cerchi, uno più grande, centrale, due più piccoli, laterali. Simboleggiano il nuovo infinito. I due più piccoli rappresentano due opposti: natura ed artificio, il cerchio centrale li congiunge e supera il conflitto. È il  grembo generativo del Terzo Paradiso. Nessuno meglio dei Subsonica poteva dare vita a quest’opera mediando tra musica e poesia, tra uomo e natura, tra pop ed elettronica e si potrebbe continuare.

UNA NAVE IN UNA FORESTA – Nel complesso Una nave in una foresta è una raccolta di dieci episodi, belli, a volte un po’ confusionari ma che comunque riescono a parlare. L’obiettivo finale è raggiunto. Il riassunto di diciotto anni di carriera c’è, un’apertura al futuro e alla sperimentazione c’è. Cos’altro volere? Aspettiamo di sentirlo dal vivo, quest’album, ci sarà da divertirsi. Il tour autunnale partirà il 31 ottobre da Jesolo e toccherà Napoli il 7 novembre, Torino il 13 novembre. I Subsonica saranno poi a Roma il 21 novembre, Bologna e Firenze il 27 e il 28. Le altre date e tutte le info potete trovarle sul sito ufficiale della band  www.subsonica.it

Voto: 7

Serena Prati 
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Subsonica, una nave in una foresta fatta di suoni

  1. Pingback: Fuck Simile. La Contropartita Contenutistica Nell’elettronica Di Yato | YATO

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews