Stupro a Piazza di Spagna, la ragazza confessa: “Ho inventato tutto”

ROMA – Non era vero niente. La ragazza spagnola, che lo scorso 19 febbraio aveva dichiarato di essere stata violentata nei pressi di piazza di Spagna a Roma, è stata indagata per simulazione di reato.

Ieri pomeriggio il pubblico ministero che ha seguito il caso ha di nuovo voluto interrogarla perché già da tempo sospettava della veridicità dei suoi racconti. Messa sotto pressione e di fronte alle contestazioni che le venivano mosse, la 23enne ha ceduto confessando di aver inventato tutto.

La ragazza infatti ha denunciato la finta violenza soltanto per poter coprire un rapporto occasionale non protetto e sottoporsi così ad un’adeguata profilassi sanitaria.

La notizia è stata data dal sindaco Gianni Alemanno che ha letto un sms del questore in aperture dei lavori di “Fattore D”, la prima conferenza nazionale su lavoro ed occupazione femminile organizzata dalle donne del Pdl.

“Scusate se ho letto questo messaggio – dice Alemanno rivolgendosi al centrosinistra – ma dopo giorni e giorni di massacro su Roma creato dalla sinistra che ha ancora una volta strumentalizzato le donne per mettere sotto accusa l’amministrazione di centrodestra, oggi che emerge la verità noi diciamo ancora una volta che siamo stanchi di una politica e una sinistra che gioca sulla pelle delle donne. Ciò lo dico ben sapendo che sono in corso le indagini sugli altri tre stupri avvenuti”.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews