Stragi di mafia: arrestato l’uomo del tritolo

via georgofili strage mafia

L'attentato di mafia a Firenze in via dei Georgofili, 1993

Firenze – Cosimo D’Amato, 57enne di Santa Flavia (Palermo) è stato arrestato ieri con l’accusa di aver fornito il materiale esplosivo per le stragi di Firenze, Roma e Milano tra il 1993 e il 1994.
L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip Anna Favi di Firenze, è stata eseguita ieri dalle forze dell’ordine.

L’uomo avrebbe fornito, in modo continuato, notevoli quantità di tritolo all’organizzazione mafiosa; stando alla ricostruzione, ottenuta grazie alle deposizioni del pentito Gaspare Spatuzza, D’Amato avrebbe recuperato il tritolo da alcuni residuati bellici inesplosi, in particolare siluri del secondo conflitto mondiale rimasti sui fondali siciliani.
D’Amato, infatti, risulta essere un pescatore e, nel racconto di Spatuzza, fu proprio su una barca di pescatori che lui e Cannella andarono a ricevere l’esplosivo per la strage di Capaci, nella quale perse la vita il giudice Falcone, la sua scorta e sua moglie.

Secondo l’attuale ricostruzione degli inquirenti, l’indagato avrebbe procurato il tritolo per l’attentato di via Fauro (14/5/1993), San Giovanni in Laterano e San Giorgio al Velabro (28/7/1993) a Roma, via dei Georgofili (27/5/1993)a Firenze e via Palestro (27/7/1993) a Milano.

Andrea Bosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews