Strage A16 viadotto Acqualonga: pullman con revisione falsificata?

Inquietanti novità sulla strage dell'A16 che costò la vita a 40 persone, precipitate dal viadotto Acqualonga: il pullman aveva la revisione falsificata?

strage-viadotto-acqualonga-avellino-a16-pullman

La carcassa del pullman ai piedi del viadotto (fanpage.it)

Una pagina nerissima si apre stamattina sulle indagini relative alla strage del viadotto Acqualonga: il pullman che precipitò il 28 luglio 2013 causando la morte di 40 persone potrebbe essere stato ritenuto idoneo a circolare tramite una revisione falsificata. A darne notizia l’edizione odierna de «il Mattino», che informa dell’iscrizione nel registro degli indagati da parte della Procura di Avellino di due dipendenti della motorizzazione civile di Napoli.

DATE INCOERENTI - Il mezzo, appartenente all’agenzia Mondo Travel di Gennaro Lametta, avrebbe circolato grazie ad una documentazione falsa. Sono indagati Vittorio Saulino, funzionario tecnico della Motorizzazione Civile di Napoli incaricato delle pratiche di revisione, e Antonietta Ceriola, assistente amministrativa dell’ufficio. Stando alla ricostruzione degli inquirenti, coordinati dal procuratore capo di Avellino Rosario Cantelmo, furono usate credenziali di accesso al sistema informatico del Ced del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per produrre il documento di revisione del pullman con data 26 marzo 2013. Ma la falsa revisione sarebbe stata compilata successivamente a quella data, in quanto priva sia di domanda di prenotazione che di pagamento della tassa governativa.

strage-a16-aqualonga-viadotto-pullman

La barriera sradicata dal passaggio del pullman precipitato (Il Mattino)

La data di prenotazione risulterebbe del 19 marzo 2012 e non quella del protocollo dell’ufficio della Motorizzazione di Napoli, cioè il 19 luglio 2012. Non è ancora chiaro se la documentazione sia stata prodotta addirittura successivamente alla strage, o si sia trattato di un ritardo nelle operazioni di routine antecedenti all’incidente del viadotto Acqualonga, che avrebbe comunque consentito in passato al pullman di circolare senza revisione. Al momento diventano quindi 9 gli indagati: il titolare dell’agenzia Gennaro Lametta, il fratello Ciro (autista del pullman, deceduto nello schianto) e cinque dipendenti della società autostrade. Sono infatti sotto inchiesta anche le tristemente famose barriere New Jersey, che hanno ceduto all’impatto con il pullman facendo precipitare il mezzo nella scarpata.

LA STRAGE - L’incidente suscitò grande commozione in Irpinia ed in Italia. Il pullman era gremito da 48 persone quasi tutte di Pozzuoli, reduci da un pellegrinaggio nel Sannio per visitare Pietrelcina e poi godere di una giornata di bagni termali. All’uscita della galleria di Monteforte, dopo un tratto di circa 2 km in discesa, il pullman si ritrovò senza freni. L’autista decise in un estremo tentativo di appoggiarsi alle barriere in cemento per provare a frenare la corsa del mezzo, ma al momento di imboccare il viadotto le protezioni non ressero l’impatto ed il pullman precipitò nella scarpata sottostante. Le vittime furono 40. Il pullman una settimana prima era stato impiegato per un pellegrinaggio a Medjugorje ed aveva percorso circa 2000 chilometri. Il veicolo aveva 18 anni di vita e circa 900 mila chilometri percorsi sulle spalle. Il viadotto è stato riaperto sulle due corsie di percorrenza solo poche settimane fa. Ed il giorno stesso della riapertura c’è stato un nuovo incidente nello stesso punto della strage di luglio.

Francesco Guarino
@fraguarino

Foto homepage: sicurauto.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews