Stati Uniti: Soldati transgender, il Pentagono è pronto a dare l’ok

Secondo Associated Press il Pentagono annuncerà le modifiche al regolamento che vieta ai transgender di servire nell'esercito degli Stati Uniti

Stati Uniti

Le dichiarazioni rese dal segretario della Difesa e dal presidente Obama sembrano confermare l’indiscrezione di Associated Press: il Pentagono apre ai militari transgender (foto: formiche.net)

L’esercito degli Stati Uniti è in procinto di aprire ai militari transgender. Al momento l’annuncio ufficiale non è ancora stato dato, ma secondo Associated Press, che per prima ha divulgato la notizia in seguito ripresa anche dalla Cnn, sarebbe solamente questione di tempo. Così, dopo l’eliminazione del divieto per gli omosessuali, avvenuta nel 2011, il Pentagono sembra pronto anche a rivedere la propria politica nei confronti di chi decide di cambiare sesso. Secondo le stime fornite da Repubblica, nell’esercito degli Stati Uniti al momento vi sarebbero circa 15mila soldati transgender, che prestano servizio in segreto o con la complicità di colleghi e superiori.

EVITARE L’ABBANDONO DELL’ESERCITO – Sempre secondo il sopracitato quotidiano, la modifica del regolamento sarebbe stata decisa per evitare che i transgender presenti nell’esercito siano costretti ad abbandonare la carriera militare. Difatti, la decisione riguarderebbe solamente i militari che già prestano servizio nelle Forze Armate, mentre per i nuovi si dovrà attendere ancora. In ogni caso, il provvedimento non diventerà effettivo immediatamente, ma solamente al termine di una procedura all’interno della quale verranno svolto alcune valutazioni di carattere amministrativo, medico e legale.

LA POSIZIONE DEL  SEGRETARIO DELLA DIFESA –  La voce sembrerebbe avallata dalle dichiarazioni rese dal segretario della Difesa Ash Carter in occasione di una cerimonia svolta al Pentagono per il mese del Pride. «Vogliamo arrivare ad un punto in cui nessuno presta servizio in silenzio e dove trattiamo tutti i nostri soldati, marinai, avieri e Marine con la dignità e il rispetto che meritano».

L’INVITO DI OBAMA – Un atteggiamento analogo a quello tenuto dal presidente degli Stati Uniti – nonchè comandante delle Forze Armate - Barack Obama, che  lo scorso mese aveva invitato alla Casa Bianca Logan Ireland, aviere trasngender, insieme alla compagna Laila Villanueva, donna transgender caporale dell’esercito. «Ribadisco la visione del presidente – aveva dichiarato alla stampa il portavoce John Earnest – ed è anche quella condivisa dal segretario della Difesa, e cioè che gli americani che sono qualificati per servire [nelle forze armate] devono essere messi in condizione  di farlo e meritano di essere trattati con dignità e rispetto».

Carlo Perigli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews