Spectre, per il nuovo James Bond recensioni a cinque stelle

La critica cinematografica premia il nuovo capitolo di James Bond con cinque stelle. Ora Spectre deve convincere anche il pubblico

spetre

I critici inglesi premiano Spectre: per il nuovo James Bond recensioni a cinque stelle (foto: mistermovie.it)

Per l’uscita dei cinema, prevista per il 5 novembre, mancano ancora due settimane, ma Spectre, il nuovo capitolo della saga di James Bond, sembra già aver conquistato la critica britannica. Negli ultimi giorni sull’agente segreto si è difatti abbattuta una vera e propria pioggia di recensioni a cinque stelle, che ha letteralmente spazzato via i pochi commenti negativi.

UN JAMES BOND A CINQUE STELLE – Così, Robbie Collin del Telegraph ha definito Spectre «uno sfoggio spavaldo di confidenza del regista Sam Mendes e del suo brillante direttore della fotografia Hoyte van Hoytema», mentre Kate Muir del Times preannuncia una recensione a cinque stelle per la nuova avventura di James Bond. In particolare, viene premiata la scelta degli scenari, e la cura ed il ritmo con cui si passa da una scena dall’altra. «Dall’esilarante sequenza pre-credits – commenta Brian Vilner sulle pagine del Daily Mail – passando per lo scenario della Festa del giorno dei morti a Città del Messico, allo spettacolare finale presso le camere del Parlamento, Spectre è la giostra perfetta di un film di James Bond».

CRAIG PROMOSSO A PIENI VOTI - Non mancano i complimenti a Daniel Craig, alla sua quarta interpretazione nei panni dell’agente segreto più famoso del mondo. «James Bond è tornato, stiloso e sensualmente pro-Snowden – scrive Peter Bradshaw sul Guardian – Daniel Craig è cresciuto nel ruolo della spia inglese con eleganza e a sangue freddo, e questa sua fantasiosa, intelligente e complessa interpretazione lo dimostra».

LE CRITICHE NON MANCANO – Ma se molti critici lo elogiano, altri ne sottolineano i punti dolenti. Nella recensione preparata da Hollywood Reporter si legge ad esempio che «il secondo atto delude un po’ per l’eccesso di twist e troppi personaggi, facendo un passo indietro per il taglio che sovrabbonda di cliché e convenzionalità». Di mancanza di fantasia lo “accusa” invece Geoffrey MaCnab dell’Indipendent, secondo cui «Spectre è uguale al suo precedessore». Chi avrà ragione? A conti fatti c’è solamente un modo per saperlo.

Carlo Perigli

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews