Sotto Assedio, la Casa Bianca a ferro e fuoco- Recensione

Locandina del film

Locandina del film

A Hollywood devono avercela parecchio con Barack Obama, se per due volte in un solo anno hanno tentato, cinematograficamente parlando, di far saltare in aria la Casa Bianca. Il primo tentativo è stato quello di Antoine Fuqua con Attacco al potere – Olympus has fallen, uscito lo scorso aprile, il secondo quello di Roland Emmerich, noto per i suoi storici disaster movies degli anni ‘90 Independence Day e Godzilla, e per i più recenti The Day After Tomorrow e 2012. Dopo la sorpresa di Anonymous, nel quale gettava dubbi sul genio di Shakespeare, esce oggi nelle nostre sale Sotto Assedio – White House Down, l’ennesimo blockbuster in salsa action-thriller distribuito in Italia dalla Warner Bros. Pictures.

L’agente della polizia di Washington John Cale (Channing Tatum), dopo un colloquio con l’agente speciale Carol Finnerty (Maggie Gyllenhaal), si vede negato il lavoro dei suoi sogni con i Servizi Segreti per la protezione del Presidente James Sawyer (Jamie Foxx).  Non volendo deludere sua figlia Emily (Joey King), John la porta a fare una visita alla Casa Bianca, proprio quando l’intero complesso viene preso d’assalto da un gruppo armato paramilitare. Con il governo nazionale nel caos, poliziotti e agenti KO e il tempo che passa inesorabile, toccherà a Cale salvare sua figlia, il Presidente, e l’intero Paese.

Seguendo una linea contenutistica reiterata in una serie infinita di b-movies americani, Sotto assedio si presenta sin da subito come un film che non vuole prendersi sul serio: la sceneggiatura, firmata da James Vanderbilt (Zodiac, The Amazing Spider-Man), è un continuo altalenarsi di esplosioni e sferzante ironia, inframezzate da qualche colpo di scena il cui effetto sorpresa viene però inesorabilmente smorzato dalla prevedibilità delle battute. La stessa ironia che attutiva i toni catastrofici di Independence Day, strappando al pubblico qualche sorriso senza mai rallentare il ritmo della pellicola, tramuta questo film in un caotico pasticcio dalle fattezze grossolane (c’è anche qualche green screen dal risultato piuttosto discutibile). Se poi all’ironia si aggiungono le immancabili esplosioni alla Emmerich, ormai vero e proprio marchio di fabbrica del regista (che arriva a sfociare addirittura nell’autocitazionismo), il risultato sarà un prodotto goffo che arranca con difficoltà, tentando di sfuggire alla percezione che quello che sta raccontando sia qualcosa di visto e rivisto.

Channing Tatum (John Cale) e Jamie Foxx (il Presidente Sawyer) in una scena del film

Channing Tatum (John Cale) e Jamie Foxx (il Presidente Sawyer) in una scena del film

L’unica eccezione positiva la fanno Channing Tatum (Step Up, Magic Mike) e Jamie Foxx (Django Unchained), la cui scelta non poteva essere più azzeccata: il primo è un novello John McClane con tanto di canottiera bianca (e adatto a interpretare solo questo tipo di ruoli), e il secondo, un ironico Obama (mastica gomme alla nicotina proprio come il vero Presidente degli USA) che indossa smoking e scarpe da ginnastica, è maldestro con le armi e deve indossare gli occhiali prima di sparare. Accompagna la “strana coppia” il leggendario James Woods, certo in ottima forma, ma che non riesce ad alzare neanche un po’ il livello complessivo del film.

Sotto assedio è il classico esempio di film il cui trailer di lancio crea grandi aspettative, ma che rivela infine una pochezza di contenuto che ci fa rimpiangere di aver pagato il biglietto. Se proprio i cineasti americani sentono un bisogno così impellente di distruggere la Casa Bianca e con essa far fuori il Presidente degli Stati Uniti, preferiamo tornare indietro nel tempo, quando a far esplodere la residenza presidenziale di Washington ci pensava il potente raggio laser dei malvagi alieni invasori.

(Foto: Columbia Pictures International)

David Di Benedetti

@davidibenedetti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews